rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Vicenza, il 16 giugno il presidente Mattarella in città: programma e proteste

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella martedì 16 giugno a Vicenza per il centenario della nascita di Mariano Rumor. A Ponte degli Angeli andrà in scena la protesta

Martedì 16 giugno il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà a Vicenza per il centenario della nascita di Mariano Rumor.

IL PROGRAMMA l presidente giungerà in città verso le 10.45, recandosi al teatro Olimpico per assistere alla commemorazione dell’onorevole Rumor. Accompagnato dalla figlia Laura, Mattarella sarà accolto all’ingresso del teatro su piazza Matteotti dal sindaco Achille Variati, dal presidente della Regione del Veneto Luca Zaia e dal prefetto Eugenio Soldà. In teatro, dopo il saluto del sindaco Achille Variati, ricorderanno la figura di Mariano Rumor il presidente dell’Accademia Olimpica, Marino Breganze, il presidente della Fondazione Mariano Rumor, Lorenzo Pellizzari e lo storico Francesco Malgeri, alla presenza dei familiari di Rumor, delle autorità, dei sindaci della provincia, assessori comunali, consiglieri comunali e provinciali, rappresentanti delle categorie economiche, esponenti del mondo della cultura, del volontariato e dello sport.

santa corona-3Terminata la cerimonia, verso le 12, il presidente Mattarella sarà salutato in piazza Matteotti dai bambini delle scuole dell’infanzia comunali intitolate a Rumor e Fogazzaro e lungo corso Palladio raggiungerà a piedi la chiesa di Santa Corona, accompagnato da sindaco, presidente della Regione e prefetto. Nel tempio gotico il presidente sarà accolto dal vescovo mons. Beniamino Pizziol che lo accompagnerà, in particolare, in un momento di raccoglimento davanti alla Sacra Spina di Cristo e ad ammirare la pala del Battesimo di Cristo, capolavoro di Giovanni Bellini. Saranno presenti il rettore della chiesa mons. Ezio Busato e il direttore del museo diocesano mons. Francesco Gasparini. Un saluto al presidente Mattarella sarà portato anche dal presidente della Fondazione Cariverona Paolo Biasi e dal presidente della Banca Popolare di Vicenza e della Fondazione Roi Gianni Zonin, che hanno finanziato il restauro e il rilancio del monumento. La mattinata vicentina del presidente della Repubblica proseguirà con una breve visita al Palladium Museum, dove sarà accolto dal presidente del CISA Lino Dainese, dal direttore Guido Beltramini e dal presidente del comitato scientifico Howard Burns.

E’ quindi prevista, intorno alle 13, una visita alle logge e alla terrazza della Basilica Palladiana, dove il presidente Mattarella, sempre accompagnato da sindaco, presidente della Regione e prefetto, sarà salutato dal presidente della camera di commercio Paolo Mariani e dalla giunta camerale, in rappresentanza delle categorie economiche e industriali del territorio, e potrà ammirare lo straordinario monumento e godere dello splendido panorama sulla città del Palladio. Prima di lasciare Vicenza, il presidente visiterà infine la storica Libreria Galla 1880, accolto dal presidente dell'Associazione Librai Italiani, Alberto Galla. In occasione della visita del presidente della Repubblica, martedì 16 giugno non si terrà il mercato settimanale di piazza dei Signori e contra' Garibaldi. Per ragioni di sicurezza nei pressi del teatro Olimpico e lungo il percorso della visita saranno istituiti alcuni divieti di sosta con rimozione forzata.

LA PROTESTA Ufficiosamente, al momento, è stata anche convocata una manifestazione dalle 11 alle 13 a Ponte degli Angeli.  "Ci saranno gli insegnanti che stanno facendo il blocco degli scutini contro la riforma, ci saranno i pensionati a cui e' stata tagliata la pensione ma che non si accontentano del bonus, ci saranno i lavoratori dela Provincia e di Viabilità, ci saranno quelli che non vogliono grandi opere, tav, e ci saranno lavoratrici delle coop sfruttate negli appalti appalti che ingrassano politici e criminali, ci saranno quelli che considerano il job act una fregatura e non una opportunità e ci saranno quelli che pensano che i poveri schiavi migranti se fuggono a loro rischio dalle guerre questi vanno aiutati e non sparati o affondati" cita un post che sta facendo il giro sui social network.
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, il 16 giugno il presidente Mattarella in città: programma e proteste

VicenzaToday è in caricamento