Vaccini, rinvio dell'obbligo: "Rilancia mortalità infantile, non natalità"

La senatrice del PD Daniela Sbrollini si dichiara molto preoccupata per l'emendamento contenuto nel Decreto Milleproroghe

Daniela Sbrollini

"L’emendamento sui vaccini approvato dalla Maggioranza al Milleproroghe permetterà a tutti i bambini di accedere, a settembre, alle scuole dell’infanzia.”Si tratta di una deroga che alla ripresa dell’attività scolastica i bimbi anche non vaccinati potranno accedervi".

I senatori del Movimento 5 Stelle, Paola Taverna e Pierpaolo Sileri annunciano con soddisfazione il via libera in commissione al Senato dell’emendamento che di fatto rimanda di un anno l’obbligo vaccinale come requisito per frequentare scuola.

Commenta amaramente la Senatrice Sbrollini

“io avevo capito che si volesse rilanciare la natalità non la mortalità infantile. Invece questo Governo ha voluto lasciare un segno negativo anche in questo contesto. Infatti la maggioranza ha approvato la proroga all’anno scolastico 2019/20 dell’obbligo vaccinale. Con questo atto M5S e Lega dichiarano la vittoria dei no vax e soprattutto si assumono la responsabilità di diminuire l’immunità di gregge.

Questo va a scapito dei più piccoli, dei bambini, dei più fragili, così come accaduto a Bergamo, dove due neonate sono morte di pertosse perché prive di protezione vaccinale. Loro certo non potevano essere vaccinate, erano evidentemente troppo piccole. Ma le madri avrebbero potuto non metterle in pericolo, e portarle a morire, solo con una semplice e innocua vaccinazione in gravidanza.

La ignoranza, la pigrizia, le notizie fasulle influenzano negativamente la cultura alla salute popolare. Ma la libertà del singolo di fare quello che vuole termina quando la scelta comporta un pericolo per la comunità, soprattutto la comunità delle persone fragili, deboli, indifese, come sono i bambini.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento