Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Arzignano

Tombe profanate, Beschin contro i partigiani: "l'ennesima uscita a vuoto"

Gli esponenti di Minoranza in Consiglio comunale ad Arzignano intervengono sulla querelle che da giorni sta tenendo banco nella provincia berica e non solo: "il sindaco Bevilacqua bollerà anche questa come un' opinione personale"

Il comune di Arzignano

Non accenna a placarsi la polemica nata dalle dichiarazioni del Consigliere comunale Beschin sulla profanazione delle tombe avvenuta a Nettuno. Dopo Cigl e Anpi che hanno condannato tali affermazioni, intervenengono i consiglieri di minoranza in Consiglio comunale ad Arzignano.

"É l'ennesima uscita a vuoto che il consigliere di maggioranza, ex Forza nuova ed ex Lega, sembra non volersi risparmiare in nessun ambito dello scibile umano - spiegano Nicolò Sterle, Michele Carlotto, Piero Magnabosco, Mattia Pieropan, Alessia Pasetto e Anna Sartori - dato che come novello tuttologo è prodigo di opinioni fantasiose ma spesso esecrabili e incongrue sui temi più disparati, vaccini e virus compresi.

"Non abbiamo dubbio alcuno che il sindaco di Arzignano Alessia Bevilacqua bollerà anche questa come "un' opinione personale" del suo consigliere - continuano - senza averne mai preso le distanze, forse perchè il suo voto sempre favorevole in Consiglio le fa certamente comodo. Riteniamo che dopo due anni di amministrazione nei quali le dichiarazioni censurabili e deprecabili di Beschin si sono regolarmente susseguite sia giunto il momento che il sindaco, rappresentante di tutta la comunità di Arzignano, prenda pubblicamente le distanze da chi con le sue esternazioni espone continuamente la nostra Città a pessime figure".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tombe profanate, Beschin contro i partigiani: "l'ennesima uscita a vuoto"

VicenzaToday è in caricamento