rotate-mobile
Politica

Espulso dalla Lega, Filippi si "vendica" con il bilancio del Senato

Un milione e mezzo di euro per facchinaggi e traslochi, 340mila euro in abbigliamento di servizio, più di 60mila euro per lavare le auto blu: sono le "chicche" del bilancio del Senato della Repubblica

Espulso dalla Lega Nord, il senatore Alberto Filippi si "vendica" facendo le pulci al bilancio del Senato pubblicato ieri: per facchinaggi e traslochi si spende un milione e mezzo di euro, 340mila euro in vestiario di servizio.

Nel mirino di Filippi, é finito anche il costo delle vetture, 61 mila euro: 'ma non e' il denaro speso per le auto blu - chiarisce Filippi - sono i costi del lavaggio delle macchine". Neppure tanti, peraltro, se paragonati ai 50 mila euro che ogni anno, sostiene il parlamentare, vengono impiegati per stampare le tesserine di riconoscimento. "In una legislatura - puntualizza - portano la cifra spesa per i cartellini a 250 mila euro".

Tra le voci di bilancio che Filippi mette alla berlina anche i 335 mila euro riservati alla manutenzione della tappezzeria, che si aggiungono ai 750 mila euro per assicurare ai circa trecento senatori una temperatura adeguata". Nell'elenco finiscono, poi, i quasi 300 mila euro per la manutenzione dei video, i 400 mila per quella degli ascensori e i 240 mila per la rete informatica.


"Nel 2008 votando il bilancio, mi accorsi che tra le spese del Senato c'era l'affitto di un'Ape Car per trasportare i libri della biblioteca, spesero 6 mila euro - racconta - Aggiungendo qualcosa avrebbero potuto comprarne una nuova".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso dalla Lega, Filippi si "vendica" con il bilancio del Senato

VicenzaToday è in caricamento