Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Nuovi casi di Covid-19 all'Ipab-Trento, Rucco: «Sono preoccupato»

Il primo cittadino di Vicenza in una nota diramata lunedì conferma le anticipazioni pubblicate da Vicenzatoday.it nel pomeriggio e chiede «il massimo rigore» nella gestione della gestione della emergenza

L'ipab-Trento di contrà San Pietro a Vicenza

Nel pomeriggio di oggi 30 marzo Vicenzatoday.it aveva anticipato dei nuovi casi di Covid-19 in un istituto per anziani di contrà San Pietro nel capoluogo berico ossia l'Ipab-Trento. La novità aveva mandato in fibrillazione la politica locale, ma soprattutto il personale nonché gli ospiti della struttura in una coi loro familiari i quali temono una diffusione del contagio. Ansia dovuta al fatto che in un certo qual modo quando il primo caso di Coronavirus al Trento era stato rivelato da Vicenzatoday.it, i vertici dell'istituto avevano cercato di tranquillizzare gli animi, non convincendo però i sindacati che avevano alzato la voce.

Interpellati da chi scrive sia l'assessore ai servizi sociali (il vicesindaco Matteo Tosetto), sia il presidente di Ipab (Ermanno Angonese) avevano preferito non commentareil mix di voci «tra il preoccupato e l'arrabbiato» che a fiotti stanno ancora giungendo da contrà San Pietro. Sicché stasera è toccato al primo cittadino in persona prendere in mano la situazione diramando una nota di poche righe. 

«Informato nel tardo pomeriggio dal presidente del cda di Ipab Angonese che sono risultati positivi alcuni dei tamponi effettuati sugli ospiti di un reparto della casa di riposo Trento - si legge - dopo il caso di Coronavirus emerso nel fine settimana... esprimo preoccupazione per quanto accaduto» Poi un'altra puntualizzazione: «Auspico massimo rigore nell'applicazione dei protocolli sanitari previsti a tutela della salute degli ospiti e dei lavoratori dell'istituto. Ho chiesto al presidente Angonese di essere costantemente aggiornato sull'evolversi della situazione la cui gestione viene affrontata da Ipab secondo le indicazioni dell'Ulss».

Queste le parole del primo cittadino che stando ai boatos di palazzo Trissino non sono suonate così amichevoli nei confronti del cda di Ipab che peraltro è stato nominato proprio da questa amministrazione comunale. Il timore a questo punto è che il contagio, che nelle ultime ore ha toccato quota dodici, possa estendersi ad altri degenti o al personale interno. Una eventualità che potrebbe mettere alla corda l'istituto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi casi di Covid-19 all'Ipab-Trento, Rucco: «Sono preoccupato»

VicenzaToday è in caricamento