rotate-mobile
Politica Valdagno

Berlusconi si dimette da Cavaliere, vince il conte Marzotto

L'industriale vicentino si era autosospeso dalla federazione dei Cavalieri del Lavoro del Triveneto in protesta con la carica ancora detenuta dall'ex presidente del consiglio, nonostante la condanna

La guerra dei Cavalieri l'ha vinta il conte Marzotto. Silvio Berlusconi gioca d'anticipo e con una lettera inviata alla federazione dei Cavaliere del lavoro annuncia l'autosospensione dall'incarico.

Una mossa, spiegano i suoi uomini, costata cara all'ex capo del governo che prima di tutto si e' sempre considerato un imprenditore: "Nonostante sia un imprenditore da oltre 50 anni scelgo di fare un passo indietro prima che sia il mio mondo a mettermi in discussione" avrebbe scritto. 

In realtà, qualcuno in discussione l'aveva già messo, con tanto di dimissioni sul tavolo dei Cavalieri del Lavoro del Triveneto. Nientemeno che l'industriale valdagnese, il conte Pietro Marzotto, aveva preso carta e penna se si era autosospeso finchè non l'avesse fatto, volente o nolente, il tycoon di Arcore. 


LEGGI LA LETTERA DEL CONTE MARZOTTO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi si dimette da Cavaliere, vince il conte Marzotto

VicenzaToday è in caricamento