rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica Bassano del Grappa

Filippin a Galan: "Con la nostalgia non si ricostruisce il futuro"

Il segretario regionale del Pd a proposito delle dichiarazioni dell'ex ministro alla convention di Giovane Italia: “Lega e Pdl hanno lo sguardo rivolto al passato”

“Mi spiace per Galan, ma non è riesumando Forza Italia che si salverà il centro-destra. Forza Italia ovvero la grande rivoluzione liberale è fallita, prigioniera di Berlusconi e dei suoi problemi. Il PDL è lacerato fra la voglia di staccare la spina al governo Monti e di tornare fra le braccia amorevoli di Bossi e quanti vorrebbero tentare il Terzo Polo con il richiamo alla casa comune europea. La Lega gioca sporco sperando di portare acqua al proprio mulino remando contro il Governo. Così non vanno da nessuna parte”.

Rosanna Filippin, segretario regionale del PD, commenta la spaccatura dell’asse PDL – Lega alla vigilia delle amministrative di primavera e la nostalgia di Giancarlo Galan per Forza Italia. “L’ossessione di Galan per il ritorno al 1994 – afferma la Filippin – mi ricorda Goodbye Lenin e la mania nostalgica di alcuni tedeschi per la Ddr. Quando il futuro è incerto è sempre più facile e consolatorio rivolgersi al passato per cercare la propria sicurezza. A modo suo – continua la Filippin - lo fa anche la Lega cercando di riscoprire le proprie “radici” di partito di lotta e di protesta, dimenticando gli oltre 15 anni passati al governo insieme a quello che oggi torna ad essere il nemico PDL. Sul sostegno al Governo Monti, in questa fase, si misura la capacità della politica di guardare al futuro del paese. Noi democratici abbiamo fatto la nostra scelta con chiarezza e convinzione. La Lega ha scelto di guardare al proprio orticello. Il Pdl, forse, deve ancora decidere cosa fare da grande”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filippin a Galan: "Con la nostalgia non si ricostruisce il futuro"

VicenzaToday è in caricamento