rotate-mobile
Politica

Rifondazione: "Il 15 ottobre tutti in piazza, futuro nelle nostre mani"

Comunicato di Rifondazione - FdS in adesione alla manifestazione di Roma

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

L’alternativa c’è ed è nelle nostre mani. Gli esseri umani prima del profitto… Così recita l’appello unitario per la mobilitazione europea ed internazionale del 15 Ottobre(in italia ci vedrà a Roma). L’alternativa c’è. Patrimoniale subito. Questo era il titolo del riuscitissimo “patrimoniale day” del 18 settembre promosso da Rifondazione Comunista in tutta Italia e anche a Vicenza. Tassare i patrimoni, tagliare le spese militari, le grandi opere inutili, i redditi dei manager e delle caste, recuperare i finanziamenti pubblici dalle aziende che delocalizzano, per investire sulla giustizia sociale, sulla conoscenza, la riconversione ecologica dell’economia, la cultura, i territori, la partecipazione…

Non certo per assecondare gli strozzini della BCE, della Commissione Europea, del FMI ai cui dettati devastanti si inchinano dogmaticamente gli schieramenti bipolari dell’alternanza. E neppure per ingrassare le lobby finanziarie internazionali, le cui speculazioni possono e debbono essere bloccate subito! Rilanciare la campagna per la patrimoniale, a partire da Sabato 1° Ottobre ha significato quindi portare nelle strade, nelle piazze, nei luoghi di lavoro e di relazione, gli obiettivi della grande mobilitazione del 15 Ottobre.

Vuol dire informare, coinvolgere, contribuire ad affollare le piazze, riempire le strade, reali e virtuali della partecipazione. Le strade lungo le quali il PRC-FDS è impegnato ad intrecciare le lotte per i diritti, il lavoro, la giustizia sociale, i beni comuni, la democrazia. Le strade a sinistra…. le strade maestre che portano all’alternativa. Per questa ragione noi stiamo, verso il 15 Ottobre aderendovi, nelle piazze del vicentino da oggi a lunedì raccogliendo le firme a sostegno delle nostre proposte di legge regionale contro la crisi e per istituire la patrimoniale perchè i ricchi comincino a pagare la crisi. Si è partiti oggi al mercato di Recoaro, un centinaio di firme e una difficoltà ad essere veloci a compilare i moduli per la raccolta, si continuerà domani a Valdagno, sabato domenica a Vicenza e Schio, lunedì a Lonigo.

Insomma verso la manifestazione nazionale del 15 Ottobre una mobilitazione fatta di contatti con le persone di proposte politiche , di confronto con gli altri interlocutori che si stanno mobilitando nel vicentino(tutti al di fuori di noi per unire la lotta) che compongono in Italia il movimemento "indignanto" (indignados) per fare in modo di dare una spallata non solo al Governo Berlusconi, ma anche alle strutture finanziarie che hanno provocato la crisi e che ne voglio uscire indenni perchè non siano i soliti a dover pagare il debito pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifondazione: "Il 15 ottobre tutti in piazza, futuro nelle nostre mani"

VicenzaToday è in caricamento