Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Riapertura case chiuse, Sergio Berlato: "La legge Merlin non ha più senso"

Nella diatriba sulla riapertura delle case chiuse che ha visto favorevoli e promotori i sindaci dei comuni veneti di Mogliano e Montecchio Maggiore si inserisce anche l'onorevole Berlato: "In luoghi chiusi e sicuri si controlla il degrado e l'illegalità"

“La legge Merlin non ha più un senso, è ora di abbandonare falsi stereotipi ed è ora di eliminare la prostituzione dalle strade e di aprire luoghi chiusi e ‘sicuri’ permettendo così il controllo del degrado, dell’illegalità e della violazione dei diritti umani, ma anche la regolamentazione ai fini tributari della professione. Il che significa una tassazione dei guadagni delle prostitute che andrebbe a portare, in un momento di crisi come quello attuale con tagli ai Comuni e ai servizi alla persona, fondi  certamente importanti”.

D'ACCORDO. Interviene così Sergio Berlato, deputato al Parlamento europeo e coordinatore provinciale del Pdl Vicenza, sul dibattito che da qualche settimana anima Vicenza e alcuni comuni della provincia, relativamente alle proposte eventuali modifiche alla Legge Merlin, legge che dal 1958 vieta l’esercizio organizzato della prostituzione.

L'INTERVENTO. “E’ inutile negarlo- aggiunge l’eurodeputato- anche se spesso si fa finta di non vederlo, il problema dello sfruttamento della prostituzione esiste ed è fin troppo presente nelle strade anche dei comuni del Veneto, e regolarizzare il fenomeno prevedendo luoghi chiusi e controllati per esercitare la professione, permetterebbe miglior vivibilità e decoro urbano, nonché conseguenze positive da un punto di vista come già sottolineato, fiscale, ma anche  igienico e sanitario”.

PREVENIRE LA DIFFUSIONE DI MALATTIE. “E’ notorio infatti- precisa Berlato- che l’esercitare la professione senza controlli sanitari causi il  diffondersi di malattie veneree, a trasmissione sessuale e porti in casi estremi al rischio di contrazione dell’Hiv e quindi, prevedendo controlli medici e sanitari obbligatori, si andrebbe certamente a migliorare la situazione vigente. Mi auguro quindi- conclude l’eurodeputato- che venga attuata al più presto una riforma che finalmente sottragga la prostituzione al controllo della criminalità organizzata”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura case chiuse, Sergio Berlato: "La legge Merlin non ha più senso"

VicenzaToday è in caricamento