rotate-mobile
Politica

Poveri onorevoli: stando ai redditi dichiarati la metà aveva poco o nulla

Altro che paperoni: secondo quanto emerge dai redditi pubblicati da Montecitorio e Palazzo Madama i più vivevano quasi in condizioni di indigenza. I più ricchi: Sbrollini e Santini

Poveri onorevoli, e non è solo un modo di dire. Eh sì perché stando ai redditi dichiarati, due anni fa molti di quelli che ora siedono in Parlamento non avevano nemmeno uno stipendio.

RICCHI MA CON DICHIARAZIONI IRRISORIE

I PIU' POVERI. Come si legge sul Giornale di Vicenza, tra i vicentini i più al verde sono risultati: Erika Stefani, con i suoi 17mila euro dichiarati, il collega avvocato Pierantonio Zanettin con soli 23mila euro ma diversi appartamenti dichiarati. Federico Ginato, ex segretario provinciale del Pd, ha dichiarato 20mila euro mentre il più povero di tutti è Enrico Cappelletti con soli 3440 euro.

I PIU' RICCHI. Gli altri due avvocati Alessandra Moretti e Rosanna Filippin se la “spassano” un po’ di più rispetto agli altri: hanno dichiarato, infatti, rispettivamente circa 46mila e 40mila euro. Il leghista Filippo Busin ha denunciato sia le sue case, che le auto e la società per finire con introiti di 56mila euro. Rispetto agli altri, ricchissimi sono risultati Daniela Sbrollini, che nel 2012 da deputata dichiarava 98 mila euro, e Giorgio Santini, ex sindacalista Cisl, con un reddito di 111.134 euro oltre che altre proprietà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poveri onorevoli: stando ai redditi dichiarati la metà aveva poco o nulla

VicenzaToday è in caricamento