rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Politica

Privacy on line, "Mi manda Boldrini": da Vicenza Moretti al Parlamento europeo

La deputata del Pd, Alessandra Moretti, ha partecipato ieri al Parlamento Europeo di Bruxelles al workshop "Future Priorities in the Field of Civil Liberties, Justice and Home Affairs"

Indicata dalla Presidente Laura Boldrini come rappresentante della Camera dei Deputati, la deputata del Partito Democratico Alessandra Moretti ha partecipato ieri al Parlamento Europeo di Bruxelles al workshop "Future Priorities in the Field of Civil Liberties, Justice and Home Affairs".

HACKERATO L'ACCOUNT TWITTER DI MORETTI

Durante il seminario - che ha visto la partecipazione tra gli altri del vicepresidente della Commissione Europea e commissario alla Giustizia Viviane Reding, del commissario agli Affari Interni Cecilia Malmstrom e del presidente della Commissione per le Libertà civili, la Giustizia e gli Affari interni Juan Fernando Lopez Aguilar - sono stati affrontati i temi del futuro ruolo dell'Europol, delle politiche di migrazione, della creazione di una procura europea e della protezione dei dati personali online. Tema quest'ultimo sul quale Alessandra Moretti sta lavorando per una proposta di legge.

"Si è trattato di un significativo momento di confronto con i rappresentanti dei parlamenti di tutti i Paesi dell'Unione in occasione della chiusura del Programma di Stoccolma che ha segnato gli impegni e le priorità dell'Unione Europea nei campi della sicurezza, della giustizia e della libertà. Ma è stata anche l'occasione per guardare avanti a quali saranno le sfide che ci attendono in futuro - sottolinea Alessandra Moretti - E tra queste c'è sicuramente il grande tema di internet e della protezione dei dati online. Un tema delicato che chiama in causa la libertà di espressione ma anche la diffamazione, l’insulto e il cyberbullismo che troppo spesso colpiscono soprattutto i più deboli. Per questo serve affrontare la questione con grande serietà e senza pregiudizi. Il nostro obiettivo deve essere quello di garantire a tutti il diritto di utilizzare la libertà della rete: e a tutti significa anche a chi oggi invece è costretto a scappare perché riceve insulti e minacce. In questo senso sto lavorando ad una proposta di legge che vuole tutelare in particolare i minori e porre giuste garanzie per chi vede lesa la propria dignità. Perché la rete sia davvero uno spazio di libertà per tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Privacy on line, "Mi manda Boldrini": da Vicenza Moretti al Parlamento europeo

VicenzaToday è in caricamento