Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Coronavirus, gli strali di Possamai sui «no-vax»

Dopo l'iniziativa vicentina del coordinamento R2020 il capogruppo del Pd a palazzo Ferro Fini punta l'indice contro la protesta di Campo Marzo e contro i presìdi organizzati anche nel Trevigiano

Giacomo Possamai, capogruppo del Pd al Consiglio regionale veneto (repertorio Today.it)

Con una nota diramata oggi 19 aprile il gruppo Pd a Palazzo Ferro Fini prende posizione duramente dopo le manifestazioni della galassia «no-vax» contro l'obbligo vaccinale che durante il week-end sono state organizzate in tutto il Veneto e che hanno avuto innesco a partire dalla protesta di ieri l'altro in Campo marzo a Vicenza.

«Assistere ad assembramenti con centinaia e centinaia di persone senza la minima protezione sanitaria è uno sfregio inaccettabile per chi ha rispettato e continua a rispettare le regole e per chi è stato vittima del Covid-19. A maggior ragione in un momento in cui si comincia a intravedere la possibilità di uscire dal tunnel. Le iniziative no-vax, da Vicenza al Trevigiano, sconcertano: si tratta di complottismi e di comportamenti totalmente irresponsabili che richiedono assoluta fermezza. Manifestare è un diritto, ma non si può farlo in barba a quelle regole che valgono per tutti gli altri cittadini». A scriverlo è il capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Veneto, il vicentino Giacomo Possamai, commentando i raduni visti nel settimana a Vicenza e Conegliano «con centinaia di persone assembrate e prive di mascherine».

Tra gli aspetti che maggiormente inquietano coloro che d tempo nutrono scetticismo verso il siero ci sono i dubbi che alcuni vaccini possano costituire una terapia genica assai poco tollerabile dall'organismo umano: terapia considerata una fuga in avanti senza certezze (quest'ultima da alcuni gruppi è avversata anche per motivi religiosi). Si tratta di timori che peraltro sono presenti nel mondo scientifico, basti pensare alle dichiarazioni rese alla agenzia Adn Kronos, non più tardi del luglio dello scorso anno, dalla professoressa Maria Rita Gismondo, virologa della Statale di Milano presso il reparto di microbiologia della clinica universitaria dell'ospedale Sacco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, gli strali di Possamai sui «no-vax»

VicenzaToday è in caricamento