Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Montecchio Maggiore

Montecchio Maggiore, riaprire le case chiuse? Lo decidono i cittadini

L'amministrazione comunale ha deciso di chiedere ai cittadini con un referendum la riapertura delle case di tolleranza chiuse con la legge Merlin. Il sindaco: "La prostituzione di strada è un vero flagello"

Prostituzione

Riaprire le case chiuse? Decidono i cittadini. La Giunta comunale di Montecchio Maggiore ha infatti deciso di sostenere compatta la proposta di referendum per la revisione della legge Merlin, in particolare la parte che impedisce la riapertura delle case di tolleranza.

IL REFERENDUM. Gli amministrazione locali, guidati dal sindaco Milena Cecchetto, esponente della Lega Nord, invitano tutti i cittadini a recarsi in Municipio per raccogliere le 500 mila firme necessarie. Ma il primo cittadino ha intenzione di andare oltre: verranno organizzati banchetti in piazza e durante i mercati, inoltre i cittadini saranno avvisati attraverso messaggi che compariranno sui pannelli led e sui totem informativi situati in diversi punti della cittadina. La raccolta firme proseguirà sino al 30 settembre.

DIFESA DELLA CITTA’. Il territorio di Montecchio Maggiore è attraversato dalla regionale 11 che collega Vicenza con Verona, una strada che di notte diventa terra di prostituzione e delinquenza: ''Non possiamo che essere totalmente d'accordo con questa proposta commenta il sindaco di Montecchio Maggiore che dovrà aprire la strada alla seconda fase, ossia rendere reato la prostituzione di strada, che per le nostre città è un vero flagello''.

IGIENE. Non è però solo questione di degrado, ma anche di igiene: ''Da parte mia ho più volte ribadito la necessità della creazione di luoghi specifici dove siano garantite le buone condizioni igieniche e sanitarie, dove l'esercizio non nasconda fenomeni di illegalità, di schiavitù e sfruttamento dei minori. Le ordinanze anti-prostituzione che noi sindaci siamo costretti a rinnovare più volte l'anno servono a ridurre il problema, ma non ad eliminarlo. Senza contare che le case di tolleranza permetterebbero un controllo fiscale, igienico-sanitario e di pubblica sicurezza del fenomeno''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montecchio Maggiore, riaprire le case chiuse? Lo decidono i cittadini

VicenzaToday è in caricamento