Politica

L'Italicum, Moretti: "Bene l'impianto, ma garantire alternanza di genere"

La deputata PD vicentina "Dire che il 50% dei candidati sono donne ma prevedere poi un'alternanza nel rapporto del tutto iniquo di due uomini per ogni donna penalizza severamente la rappresentanza di genere"

L’Italicum? L’impianto è positivo ma serve correggerlo per garantire una vera alternanza di genere uno a uno”. E’ questa la proposta che la deputata del Pd Alessandra Moretti avanza sul testo di proposta di revisione della legge elettorale depositato in commissione Affari costituzionali della Camera.

“Se vogliamo che ci sia davvero una reale parità di genere, la legge va corretta. Dire che il 50% dei candidati sono donne ma prevedere poi un'alternanza nel rapporto del tutto iniquo di due uomini per ogni donna penalizza severamente la rappresentanza di genere. Così com’è, si possono sì candidare migliaia di donne ma poi con liste corte e il sistema dell’Italicum non si garantisce in alcun modo che tra i primi nomi, e dunque tra gli eletti, ci sia un numero equo di donne. Se il Pd si salva con le primarie, lo stesso non avviene per altri partiti. Per questo serve un dibattito parlamentare serio e responsabile: per trovare un accordo in grado di riconsegnarci un Parlamento dove, al pari di quello attuale, la parità di genere resti garantita”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Italicum, Moretti: "Bene l'impianto, ma garantire alternanza di genere"
VicenzaToday è in caricamento