rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Politica

Alberto Brassan sugli incarichi esterni del comune di Schio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

BRESSAN (PDL). - 30%: un obiettivo possibile e per nulla penalizzante.


Anno 2009 euro 490.580, anno 2010 euro 570.598, 1 semestre 2011 euro 345.738.
Non stiamo dando i numeri, ma le somme spese negli ultimi due anni e mezzo dall'Amministrazione comunale di Schio in compensi pagati a progettisti, professionisti e tecnici "esterni" per incarichi che richiedevano, evidentemente, professionalità che il Comune non riteneva di avere nella propria dotazione organica.
- così esordisce Alberto Bressan Capogruppo del PDL in Consiglio comunale a Schio
Siamo del tutto consapevoli - continua il Consigliere comunale del PDL - che alcune progettazioni o alcune consulenze specialistiche sono indispensabili per realizzare progetti e opere pubbliche di qualità e su queste di certo noi del PDL non ci metteremo di traverso, ma laddove la qualità non sia la motivazione unica di questo tipo di scelte chiediamo all'Amministrazione di trovare formule diverse, meno onerose, non escludendo, in questo particolare momento di difficoltà per tutti, che a qualcosa si possa e si debba anche rinunciare.
In tal senso come Gruppo consiliare del PDL abbiamo depositato una MOZIONE in cui si chiede al Sindaco Luigi Dalla Via una decisa inversione di tendenza sia per il numero degli incarichi esterni affidati, sia per quanto concerne la spesa complessiva per questo tipo di "collaborazioni" già a partire dal 2012.
Chiediamo che l'Amministrazione - spiega Alberto Bressan - si impegni concretamente in un progressivo contenimento delle spese per incarichi esterni, indicando nel taglio del 30% un obiettivo di massima tutt'altro che proibitivo visto le cifre spese per questo tipo di collaborazioni fino ad oggi.

E se il Sindaco vorrà coinvolgere di più il Consiglio anche su questo tipo di scelte saremo ben contenti di ascoltare e valutare, in Commissione o in conferenza dei capigruppo, le linee guida che l'Amministrazione si è data su questo tema.
Quello che effettivamente serve - questa è in sostanza la nostra idea - lo si faccia e lo si faccia bene, per il resto riteniamo che un "dimagrimento" di questo tipo di collaborazioni non faccia male a nessuno, soprattutto all'immagine di una Amministrazione disponibile ad accettare un ridimensionamento del proprio "portafoglio incarichi esterni" in linea con un bilancio comunale e una disponibilità di risorse sicuramente non in aumento.
La stragrande maggioranza dei cittadini scledensi - ne siamo sicuri - apprezzerà.
Schio, 11 gennaio 2012

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberto Brassan sugli incarichi esterni del comune di Schio

VicenzaToday è in caricamento