Mozione «non discussa», le minoranze di Cornedo replicano al sindaco

Il primo cittadino aveva bollato come calunniosi gli addebiti mossigli dalle opposizioni. Che controreplicano e parlano di rilievi corroborati da documenti agli atti

Il sindaco di Cornedo vicentino Martino Montagna aveva bollato come diffamatori e calunniosi gli addebiti mossigli dalle opposizioni, addebiti contenuti in una mozione di cui aveva parlato diffusamente Vicenzatoday.it del 16 maggio.

Le opposizioni però respingono al mittente le accuse di Montagna e in una nota diffusa ieri puntualizzano:

«In relazione... alla vicenda della mozione presentata da noi consiglieri di opposizione per la costituzione di una commissione di inchiesta, mozione mai discussa, al primo cittadino vorremmo dire due cose. Uno, come il sindaco ben sa, quella mozione è suffragata esclusivamente da documenti agli atti del comune, alcuni dei quali ce li ha trasmessi proprio lui. Due, non ci risultano notifiche di denunce o di querele a nostro carico e soprattutto non ci risultano procedimenti a nostro carico. Se qualcuno ha proceduto in questo senso - si legge - siamo ben lieti che la magistratura abbia la possibilità di fare luce sull'intera vicenda. E sottolineiamo sulla intera vicenda».

La nota si chiude con la firma degli estensori ossia i consiglieri Dino Grande, Massimo Sbicego e Stefano Zarantonello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Il grande freddo,13 gennaio 1985 iniziò la nevicata del secolo

  • Infarto al miocardio: come riconoscerlo

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

Torna su
VicenzaToday è in caricamento