Don Bizzotto "stop forzato" al digiuno: per il medico è al limite

Terminerà in serata lo sciopero della fame "ecologista" di don Bizzotto. Dopo 14 giorni di digiuno a sola acqua il sacerdote ha preso questa decisione d'accordo con il medico: presto avrebbe varcato la soglia di criticità

Don Bizzotto

Don Bizzotto deve essere alimentato.

LA DIAGNOSI. E’ questa la diagnosi del suo medico curante che dopo aver visitato il sacerdote gli ha consigliato di fermare il digiuno ecologista a sola acqua, iniziato 14 giorni fa, perchè, sebbene la situazione sia ancora sotto controllo e lui si senta ancora bene, presto avrebbe varcato la soglia di criticità rendendo necessario l’intervento dei medici.

PASSAGGIO DI TESTIMONE. Don Bizzotto ha così preso la decisione, d’accordo con il dottore, di interrompere il digiuno. Ma i suoi sforzi non sono stati vani: molte associazioni ambientaliste e anche diversi politici nelle scorse ore hanno espresso il desiderio di continuare la battaglia del sacerdote, tra cui l'intera giunta di Marano Vicentino.

LE PAROLE DI LUCA ZAIA. Proprio ieri il governatore del Veneto Luca Zaia si era espresso così sul digiuno ecologista del don: “Apprezzo il digiuno per l'ambiente di don Albino Bizzotto ma le opere servono e sono state chieste dal territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roberto Baggio parla per la prima volta della moglie: "Per lei non facile"

  • Coronavirus, Vicenza maglia nera come numero di positivi

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Va a cercare parcheggio ma non fa più ritorno, famiglia in allarme: ritrovato dalla Polizia locale

Torna su
VicenzaToday è in caricamento