rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica Malo

Monte di Malo: stop alla discarica dalla Regione

Approvata all'unanimità una mozione che chiede il blocco del progetto della Monte Verde srl. L'area scelta per la realizzazione della discarica è da considerarsi parte del sistema di ricarica della falda acquifera dell'Alto Vicentino

Approvata oggi all'unanimità dal Consiglio regionale una mozione che chiede di  bloccare il progetto di discarica a Monte di Malo (Vicenza), perché rischia di compromettere pesantemente l'ecosistema già messo a dura prova dall'alluvione del 2010, e ulteriormente minacciato dal progetto della . Il documento è stato presentato dal presidente della commissione Ambiente Nicola Finco, e sottoscritto dall'intero Gruppo leghista, dall'assessore Elena Donazzan e dal consigliere del Pd Stefano Fracasso. DISCARICA: TUTTE LE NOTIZIE

16 dicembre: manifestazione No Discarica



La mozione che, oltre a lanciare l'allarme sui rischi della discarica per il territorio di Monte di Malo e San Vito di Leguzzano, chiede alla Giunta del Veneto di valutare in modo approfondito i contenuti del progetto e dello studio d'impatto ambientale, analizzando nel dettaglio l'effettiva procedibilità della domanda presentata dall'azienda di Montecchio Maggiore.

"Il territorio di Monte di Malo e San Vito già da tempo presenta una grave instabilità geologica, acuita da criticità idrauliche - rileva Finco - per questo, gli abitanti della zona si sono costituiti in Comitato e sono venuti in Commissione Ambiente a riferire le proprie preoccupazioni per la pericolosità dei rifiuti che sarebbero eventualmente riversati nel sito, e i danni che provocherebbe il passaggio dei mezzi pesanti in zone già attualmente vietate al transito. L'area scelta per la realizzazione della discarica è poi da considerarsi parte del sistema di ricarica della falda acquifera dell'Alto Vicentino, che viene utilizzata per l'approvvigionamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte di Malo: stop alla discarica dalla Regione

VicenzaToday è in caricamento