menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos dipendenti comunali: Variati all'Anci, proclamato stato d'agitazione

Mentre il sindaco va a Roma per cercare di risolvere la questione del salario accessorio e delle progressioni, i sindacati iniziano la protesta

Dipendenti del Comune di Vicenza pagati troppo e ora costretti a restituire i soldi? “Si tratta di una questione che riguarda molti Comuni in Italia e insieme all’Anci nazionale stiamo cercando una soluzione a Roma”. È il commento del sindaco Achille Variati che fra mercoledì e giovedì avrà vari incontri a Roma in Anci e presso i ministeri competenti per affrontare i temi del salario accessorio e delle progressioni contestati dalla ragioneria generale dello Stato.

IL MINISTERO INDAGA SU SPESE ED ASSUNZIONI A PALAZZO TRISSINO

IL SINDACO “Ieri ho interessato della vicenda il presidente dell’Anci Piero Fassino che d’intesa con me ha chiesto un incontro urgente ai ministri dell'Economia Fabrizio Saccomanni e della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione Gianpiero D'Alia per salvaguardare le contrattazioni decentrate – dice Variati –. L’obiettivo è inserire un emendamento nel decreto legge sugli enti locali ora all’esame della Commissione Bilancio del Senato per risolvere la situazione”. “Ribadisco la vicinanza dell’Amministrazione ai dipendenti che hanno percepito i compensi che spettano loro legittimamente ma che ora vengono messi in dubbio – conclude Variati -. Stiamo lavorando per arrivare presto a una soluzione per un problema che non riguarda solo Vicenza, ma molti Comuni italiani”

I SINDACATI Netta la presa di posizione dei sindacati: "In relazione anche alla decisione della giunta comunale di procedere con la messa in mora dei dipendenti comunali, dando così seguito ai rilievi del MEF (Ministero Economia e Finanze), l'assemblea sindacale di questa mattina, convocata da CGIL CISL UIL, ha dato mandato alle organizzazioni sindacali a proclamare lo stato di agitazione di tutto il personale del Comune di Vicenza chiedendo un urgente incontro al Prefetto Dott. Eugenio Soldà". Lo comunica il segretario generale della FP CGIL, Giancarlo Puggioni, relativamente alla vertenza in atto a Palazzo Trissino. "Nel quadro dello stato di agitazione, tra le iniziative di lotta decise", prosegue Puggioni, "vi è blocco del lavoro straordinario e l'indizione di assemblee/presidi/manifestazioni in concomitanza con la prossima riunione del Consiglio comunale, non escludendo anche l'indizione di uno sciopero da svolgersi entro il mese di febbraio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arriva il nuovo gioco di Chiara Ferragni, made in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento