Chiesa scledense a sostegno dell'accoglienza migranti, l'attacco del consigliere Cioni

Con un avviso pubblicato sul bollettino, la parocchia invita i fedeli ad aderire all'iniziativa "Diventiamo umani". L'esponente di Prima Noi replica:"Sempre più lontana da Dio per inseguire una carità filantropica"

Il bollettino parrocchiale

“I circoli catto-immigrazionisti continuano nella loro azione di propaganda pseudo evangelica a sostegno dell’immigrazione illegale” – esordisce così il portavoce del comitato di cittadini PrimaNoi e consigliere comunale di Schio Alex Cioni, che si scaglia contro l’iniziativa “Diventiamo umani” promossa dalle parrocchie scledensi per venerdì 18 ottobre e pubblicizzata nel bollettino di S. Trinità.

Dopo Monteviale, Trissino e Valdagno, arriva anch  a Schio l’iniziativa che prevede dalle 22 un sit in per tutta la notte sulle scalinate della chiesa di S. Antonio per marcare – si legge nella nota parrocchiale - “il tema della solidarietà verso chi, mettendosi in viaggio verso il nostro paese, rischia la vita”. Nei mesi passati lo stesso bollettino ha  pubblicato vari articoli critici nei confronti di Matteo Salvini e della sua politica sull’immigrazione sollevando aspre polemiche tra chi sta dalla parte del blocco dell’immigrazione illegale e chi invece sostiene l’accoglienza senza se e senza ma.

Secondo il consigliere comunale di Centro Destra, che da anni rappresenta un comitato  contro l’accoglienza dei migranti illegali,  “l’iniziativa puzza di politica sebbene sia ammantata di evangelismo. Oltretutto – continua Cioni – è incredibile questa abbondanza di attenzione che viene riservata alla questione dei migranti a discapito di tanti altri problemi che interessano i cittadini italiani come se l’unica categoria di poveri sia quella dei migranti. La carità è un valore che non va svilito con quel peloso solidarismo che cela fini meno nobili come il giro d’affari di cui anche la Caritas è divenuta parte integrante – accusa Alex Cioni. Tanto è vero che da quanto si sono tagliati i fondi per la gestione dell’accoglienza, la Caritas ha boicottato l’ultimo bando della Prefettura di Vicenza per l’accoglienza e la gestione dei migranti”.

Il consigliere comunale non disconosce “il diritto-dovere di un cattolico di ritenere la carità un valore imprescindibile ma v’è una parte della Chiesa che sta perseguendo una via che la allontana dalla sua naturale dimensione soprannaturale per inseguire un’idea della carità che di fatto si declina in mera filantropia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cioni poi fa proprie le parole del cardinale guineiano e arcivescovo Robert Sarah: “La Chiesa non può collaborare con questa nuova forma di schiavitù diventata immigrazione di massa. Se l’Europa continua in questa direzione, c’è un grande rischio che, a causa della mancanza di nascite, sparisca, invaso dagli stranieri, proprio come Roma è stata invasa dai barbari”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Trasportano alimenti con 60 gradi nel furgone: maxi multa a un pasticciere

  • Folgorato da una scarica elettrica: grave operaio

  • Frontale tra due moto: gravi i conducenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento