rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Bruciata la corona per il partigiano Carta, Sbrollini: "Vigliacchi"

La corona d'alloro era stata deposta il 14 gennaio scorso, in occasione dell'annuale commemorazione del ragazzo ucciso dai fascisti, a cui è dedicata anche una scuola elementare nel capoluogo berico

"Il rogo della corona a ricordo del partigiano Dino Carta è un gesto grave e vigliacco". Così ha commentato Daniela Sbrollini, parlamentare del Partito Democratico, al gesto vandalico compiuto a Vicenza. La corona d'allora era stata deposta il 14 gennaio scorso, in occasione dell'annuale commemorazione del ragazzo ucciso dai fascisti, a cui è dedicata anche una scuola elementare nel capoluogo berico e la via in cui si trova il plesso scolastico.


"Apprendere che la corona d'alloro, posta sulla lapide del partigiano vicentino Dino Carta, è stata oggetto di un atto vandalico grave e ingiustificabile - spiega Sbrollini - deve porre l'attenzione sull'importanza della memoria e del valore profondo della Resistenza". "Questi atti non vanno sottovalutati - aggiunge - ma presi per quello che vogliono rappresentare, ovvero un'offesa alla memoria e a quel sentimento democratico che dovrebbe essere valore universale nel nostro Paese". Nell'esprimere la sua solidarietà e vicinanza a tutta l'Anpi vicentina e provinciale la parlamentare si augura "che si possano trovare i responsabili di un gesto inqualificabile che offende l'intera città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruciata la corona per il partigiano Carta, Sbrollini: "Vigliacchi"

VicenzaToday è in caricamento