Amministrative 2018, ai ballottaggi crollano le roccaforti rosse: "Sconfitta gravissima"

Il commento della senatrice vicentina del Pd Daniela Sbrollini. Il congresso nazionale è fissato per il 7 luglio

"E' una sconfitta gravissima che ancora di più necessità di un'analisi seria e non rinviabile! Ci sarà l'assemblea nazionale il 7 luglio e forse prima la direzione nazionale. Quelle saranno le sedi opportune dove discutere"

Così la senatrice vicentina Daniela Sbrollini alla luce dei risultati dei ballottaggi delle Amministrative 2018: per il Partito Democratico è stata una vera caporetto. 

I risultati 

Partiamo proprio dalla Toscana dove è avvenuto ciò che fino a qualche anno fa pareva impensabile. Pisa, Siena e Massa passano tutte al centrodestra. A Pisa il nuovo sindaco è Michele Conti candidato di Lega, FI e FdI, che ha sconfitto Andrea Serfogli. A Siena vince al fotofinish Luigi De Mossi, con il 50,8% contro il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) fermo al 49,2%. A Massa infine Francesco Persiani sconfigge senza problemi Alessandro Volpe, sindaco uscente.

Anche a Ivrea (Torino), dove la sinistra governava da decenni, vince il candidato di centrodestra. Le poche soddisfazioni per il centrosinistra arrivano da Ancona (unico capoluogo di Regione al voto) e Brindisi. Ad Ancona si riconferma la sindaca uscente, Valeria Mancinelli, a Brindisi si impone Riccardo Rossi, ribaltando i risultati del primo turno che vedevano favorito Roberto Cavalera del centrodestra.

Ad Avellino si impone a sorpresa Vincenzo Ciampi candidato M5s che strappa la cittadina campana finora guidata dal centrosinistra. Il M5S si prende Imola, governata per oltre 70 anni dal centrosinistra. Simbolicamente importante il risultato di Terni, città operaia che passa per la prima volta alla Lega con Leonardo Latini.

A Imperia la lotta tutta interna al centrodestra, vede la vittoria dell'ex ministro Claudio Scajola, rappresentante di quattro liste civiche, che prevale sul candidato del centrodestra unito Luca Lanteri, ex delfino dello stesso Scajola e ora uomo sostenuto dal governatore Giovanni Toti.

Molte sorprese dai ballottaggi in Sicilia. A Ragusa, guidata finora dai Cinque Stelle, il candidato sindaco del M5s Antonio Tringali è stato sconfitto da Giuseppe Cassì, sostenuto da liste civiche e FdI. A Messina, Cateno De Luca (Udc) si impone su Dino Bramanti, candidato del centrodestra. (da Today.it)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pestano a sangue due guardie zoofile: «È stata una spedizione punitiva»

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Buoni fruttiferi riscossi parzialmente, un timbro errato le costa 79mila euro

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento