Giovedì, 13 Maggio 2021
Meteo

Nuvole e pioggia di fine aprile: le previsioni

Condizioni di tempo instabile/perturbato con precipitazioni frequenti, specie sulle zone montane e pedemontane, con una fase più intensa nella notte tra sabato e domenica quando le precipitazioni saranno diffuse su tutto il territorio regionale

Le previsioni meteo Arpav

venerdì 30.

In prevalenza nuvoloso o molto nuvoloso sui settori centro-settentrionali, maggiore probabilità di schiarite sulla pianura meridionale.
Precipitazioni. Al mattino sui settori montani e pedemontani probabilità medio-bassa (25-50%) di precipitazioni da sparse a diffuse, altrove probabilità bassa (5-25%) di fenomeni locali. Nel corso del pomeriggio condizioni di maggiori instabilità con rovesci e temporali sparsi (probabilità medio-alta 50-75%), con fenomeni in diradamento su costa e pianura meridionale in serata. Limite della neve intorno ai 2300/2400m.
Temperature. Minime senza notevoli variazioni, massime in aumento.
Venti. Nell'entroterra della pianura da deboli variabili a moderati dai quadranti orientali nel corso del pomeriggio/sera, sulla costa da moderati/tesi da sud-est in rotazione da nord-est a fine giornata. In quota moderati da sud-ovest, a tratti anche tesi alle quote più alte.

sabato 1.

Permangono condizioni di tempo da variabile a instabile/perturbato in serata con nuvolosità irregolare, anche consistenti sulle zone montane e pedemontane, alternata a schiarite, specie sui settori più meridionali della pianura.
Precipitazioni. Residui fenomeni nella notte, poi, nel corso della mattinata, generalmente assenti o al più locali (probabilità bassa 5-25%). Nel corso del pomeriggio graduale aumento della probabilità (fino a medio-alta 75-100%) di precipitazioni, con rovesci e temporali, dapprima sulle zone montane e pedemontane, da metà pomeriggio in poi anche in pianura con fenomeni diffusi su tutta la regione. Limite della neve intorno ai 2400/2500m.
Temperature. Minime in aumento, massime senza notevoli variazioni.
Venti. In pianura moderati dai quadranti orientali, a fine giornata rinforzi da sud sulla costa. In quota moderati/tesi da sud/sud-ovest, anche forti sulle cime più alte alla sera.

domenica 2.

Permangono condizioni di tempo perturbato con cielo molto nuvoloso sui settori montani e pedemontani, annuvolamenti e schiarite altrove. Nella notte fino alle prime ore precipitazioni diffuse, in seguito fenomeni in diradamento e temporaneo esaurimento sulla pianura centro-meridionale; nel corso del pomeriggio nuovo aumento della probabilità di precipitazioni su tutta la regione, con fenomeni meno frequenti sui settori meridionali. Limite della neve in calo dai 2100/2300m fino a 1400/1500m anche più in basso sulle Dolomiti. Temperature in diminuzione, salvo stazionarietà dei valori massimi sulla pianura centro-meridionale. In pianura rinforzo della ventilazione da sud-ovest.

lunedì 3.

In pianura iniziale residua nuvolosità, poi cielo sereno o poco nuvoloso, sulle zone montane e pedemontane alternanza di annuvolamenti, a tratti consistenti, e schiarite più ampie in serata. Nella notte e fino al primo mattino residue precipitazioni, specie sui settori settentrionali, in seguito fenomeni generalmente assenti in pianura, mentre sulle zone montane e pedemontane permarrà una probabilità medio-alta (50-75%) di precipitazioni da locali a sparse; fenomeni in esaurimento entro fine giornata. Temperature minime in calo e raggiunte in serata, massime in generale diminuzione. Nelle prime ore residui rinforzi di vento da nord-est sulla costa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuvole e pioggia di fine aprile: le previsioni

VicenzaToday è in caricamento