menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, le previsioni: dopo la burrasca di Natale neve in pianura

Pioggia a Natale e stato d'attenzione per vento forte in Veneto fino a Santo Stefano. E per domenica gli esperti prevedono nevicate anche in pianura. Non si esclude di vedere Vicenza imbiancata

Sono in arrivo venti forti da nord-est su parte del territorio regionale. Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale annuncia lo stato di attenzione per vento forte valido dalle 10 del 25 dicembre fino alle 14 del 26 dicembre sulle zone alpine e prealpine, costa e pianura meridionale e zone pedemontane.

Il bollettino meteorologico regionale prevede rinforzo dei venti dal nord-est, che risulteranno da tesi a forti sulle cime dolomitiche più alte, sulle dorsali prealpine, sulla costa (in particolare quella centro meridionale) e sulla pianura meridionale; a tratti rinforzi di Foehn anche in alcune valli e sulle zone pedemontane, specie quelle occidentali.

Le previsioni: "dopo la Burrasca di  Natale, neve in pianura al nord"

«Non sarà finita quI – avverte Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com –  in quanto una seconda e più intensa perturbazione a carattere freddo punterà dalle latitudini artiche gran parte d’Europa, interessando anche l’Italia. In questa fase avremo così una recrudescenza del maltempo: al Nord la presenza di aria fredda favorirà estese cadute di neve anche in pianura, in particolare su entroterra ligure, basso Piemonte e Lombardia; neve a tratti in pianura anche sul Nordest, ma con quota in rialzo per via dei venti di Scirocco. Non esclusi accumuli anche di oltre 20cm in pianura in particolare tra piacentino e Lombardia centrale, mentre sulle Alpi (dove la neve cadrà fino al fondovalle) avremo ulteriori accumuli anche di oltre mezzo metro già dai 500-800m di quota, specie sul comparto centro-orientale. Tra le città che vedranno la neve non esclusa anche Vicenza».

Il maltempo potrebbe inoltre riproporsi a più riprese almeno fino a Capodanno 2021, con nuove perturbazioni dal Nord Europa responsabili di ulteriori rovesci e nevicate a quote medio-basse, concludono da 3bmeteo.com 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La montagna frana: addio alla guglia Corno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento