Arriva il maltempo: forti temporali, neve e pericolo valanghe in montagna

Da venerdì stato di attenzione sui rilievi per nevicate attese e stato di preallarme per piogge intense. La protezione civile comunale monitora la situazione

Foto di archivio

Il Centro funzionale decentrato della Regione Veneto ha diramato un bollettino che preannuncia una situazione di possibile criticità idraulica ed idrogeologica (livello arancione) a seguito di precipitazioni diffuse e abbondanti che interesseranno il nostro territorio dalla serata odierna sino alle prime ore di sabato 9 novembre. Le manifestazioni più intense dovrebbero riguardare la giornata di domani, venerdì 8 novembre.

Il servizio di protezione civile comunale, che assicurerà il monitoraggio sull'evoluzione dei fenomeni meteorologici e sull'impatto rispetto al territorio comunale, ha chiesto ai referenti di Aim Amcps e Viacqua un'attenzione particolare alla pulizia delle caditoie, all'efficienza degli impianti di sollevamento e alla messa in sicurezza dei cantieri, in particolare in presenza di scavi. Potrebbero infatti crearsi problemi alla rete di drenaggio delle acque meteoriche.  

Le previsioni indicano per domani tempo perturbato, precipitazioni diffuse a tratti forti, più persistenti e con quantitativi abbondanti su zone montane e pedemontane, localmente anche molto abbondanti tra Prealpi centro-orientali e Dolomiti meridionali, in pianura in genere contenuti solo localmente abbondanti sui settori nord-orientali. Limite neve generalmente intorno a 1.000/1.300 m sulle Dolomiti e a 1.300/1.600 m sulle Prealpi.

Nelle zone di allertamento Alto Piave, Piave Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone il possibile verificarsi di rovesci localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore. Si segnala la possibilità d'innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti e la possibilità di innesco di colate rapide. Sempre dalle 8 di domattina, in riferimento alla situazione nivometeorologica attesa sul territorio regionale, come da Bollettino Neve e Valanghe, emesso dal Centro Valanghe di Arabba, preso atto dell’Avviso di Criticità Valanghe emesso dal Centro Funzionale Decentrato, è stata dichiarata la fase operativa di attenzione nelle zone montane per rischio valanghe al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema Regionale di Protezione Civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Perde il controllo dell'auto e finisce contro un camion in sosta: 18enne muore sul colpo

  • San Valentino: i luoghi più romantici del Vicentino

  • Stop alle corse sulla strada del Costo: arrivano autovelox e targa system

  • Bollo auto, le novità del 2020: a chi spettano gli sconti

  • Operaio 34enne trovato morto in fabbrica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento