menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto della pagina Fb "Meteo in Veneto";  2 valanghe di fondo nei pressi del Monte Solarolo, Monte Grappa.

Nella foto della pagina Fb "Meteo in Veneto"; 2 valanghe di fondo nei pressi del Monte Solarolo, Monte Grappa.

Maltempo, in Veneto allerta gialla sui fiumi e arancio in montagna per pericolo valanghe

La nuova perturbazione porterà fino a domenica precipitazioni diffuse. Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del Veneto ha diramato lo Stato di Attenzione e lo Stato di Preallarme

Una nuova, intensa perturbazione ha iniziato a interessare tutto il Veneto e porta, tra oggi e la mattinata di domenica precipitazioni diffuse con quantitativi localmente abbondanti specie su zone montane e pedemontane; nevicate copiose in montagna sopra 1000-1200 metri, inizialmente fino ai fondovalle prealpini. La fase più intensa dell'evento sarà tra il pomeriggio/sera di oggi e la serata di domani.

A questo proposito, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del Veneto ha diramato lo Stato di Attenzione (allerta gialla) per criticità idrogeologica sui bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone e Basso Brenta-Bacchiglione; e lo Stato di Preallarme (allerta arancione) per pericolo valanghe in montagna, da riconfigurare in Stato di Allarme (allerta rossa) in presenza di particolari situazioni di emergenza non prevedibili, a partire dalle ore 6.00 di domani, sabato 2 gennaio.

In particolare, preoccupano gli accumuli di neve. Fra oggi e il giorno 3 gennaio, è prevista una nevicata con apporti di neve fresca di 40-70 cm a 1500 metri sulle Dolomiti e di 55-95 cm a 1500 metri sulle Prealpi Il limite neve/pioggia sarà in innalzamento fino sui 900 m con neve umida anche a quote superiori. La neve fresca che ricopre la neve caduta in settimana, potrà determinare anche un unico grande strato di neve instabile e dar origine a valanghe molto grandi. Permane anche l’instabilità diffusa sulla superficie di contatto fra la neve caduta in settimana e la neve fresca. Le valanghe spontanee potranno raggiungere i fondovalle nelle situazioni note e particolarmente favorevoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amici 2021, ecco i nomi dei finalisti: le anticipazioni

Ristrutturare

Tutte le informazioni sul Superbonus 110% infissi e finestre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento