menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo instabile: è allerta temporali

Rovesci e temporali, prima sulle zone montane e in seguito su quelle pedemontane; non escluso qualche fenomeno anche in pianura

Si sta estendendo sull'Europa occidentale una vasta circolazione ciclonica di origine atlantica, con minimo tra l'Inghilterra e la Francia: questo determina un progressivo aumento dell'instabilità tra domenica e martedì in Veneto. Già da domenica pomeriggio aumenta la probabilità di qualche rovescio e temporale, prima sulle zone montane e in seguito su quelle pedemontane; non escluso qualche fenomeno anche in pianura. 

Per lunedì 17 agosto, dopo qualche fenomeno nella notte, dalle ore centrali sono previsti rovesci e temporali da locali a sparsi, sia sulle zone montane che sulla pianura. Non si escludono fenomeni localmente intensi con forti rovesci, forti raffiche di vento e locali grandinate: domenica sulle zone montane e pedemontane da lunedì anche in pianura.

Visti i fenomeni meteorologici previsti la criticità idrogeologica attesa è riferita allo scenario per temporali forti con connessa criticità idrogeologica, in particolare nei bacini dell’Alto Piave, Piave Pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e Monti Lessini, Basso Brenta –Bacchiglione.

Si segnala la possibilità d’innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti, e la possibilità di innesco di colate rapide nelle zone di allertamento.

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto, ha dichiarato lo stato di attenzione per criticità idrogeologica, a partire dalle 14 di lunedì fino alla mezzanotte di mercoledì 19 agosto.

Le previsioni meteo Arpav

domenica 16 pom/sera. Sulle zone pianeggianti cielo da poco a parzialmente nuvoloso, con spazi di sereno più persistenti su bassa pianura e costa, qualche addensamento verso l'interno; sulle zone montane relativa variabilità, con schiarite alternate crescenti addensamenti nuvolosi; possibile qualche pioggia anche a carattere di rovescio o temporale più che altro sulle zone montane e pedemontane, ove non è del tutto escluso qualche fenomeno intenso.

lunedì 17. Tempo abbastanza variabile, con spazi di sereno più ampi in pianura e comunque in mattinata, nubi presenti più spesso in montagna. Precipitazioni. Probabilità da bassa (5-25%) a medio-alta (50-75%) per fasi di piogge da locali a temporaneamente sparse, anche a carattere di rovescio o temporale; non si escludono locali fenomeni intensi.
Temperature. Minime stazionarie o in lieve diminuzione, salvo locali leggere controtendenze; massime in discreto calo.
Venti. In quota perlopiù moderati da sud-ovest; altrove in genere deboli di direzione variabile, a parte locali moderati rinforzi di carattere temporaneo anche per brezze o per fenomeni d'instabilità.

martedì 18. Tempo abbastanza instabile, con nubi temporaneamente anche estese, ma alternate a delle schiarite.
Precipitazioni. Probabilità nel complesso medio-alta (50-75%) di piogge da sparse a temporaneamente diffuse, con vari rovesci e temporali; i fenomeni insisteranno un po' di più fino al mattino sulla pianura centro-orientale, nelle ore pomeridiane sulle zone montane.
Temperature. In diminuzione, un po' più significativa riguardo alle massime in pianura.Venti. In quota, a tratti deboli e a tratti moderati da nord-ovest; altrove in genere deboli di direzione variabile, a parte locali moderati rinforzi di carattere temporaneo.Mare. Al largo poco mosso, sottocosta a tratti poco mosso e più spesso quasi calmo.

mercoledì 19. Cielo da poco a parzialmente nuvoloso, con attività cumuliforme sui monti; precipitazioni generalmente assenti, salvo qualche possibile fenomeno pomeridiano anche a carattere di rovescio o temporale più che altro sulle Prealpi; le temperature minime caleranno un po' specie sulle zone montane, le massime aumenteranno ovunque ma in misura più significativa sulle zone pianeggianti.

giovedì 20. Cielo da poco nuvoloso a sereno, a parte un po' di attività cumuliforme in montagna; precipitazioni generalmente assenti; temperature minime in aumento specie sulle zone montane, massime in aumento soprattutto sull'entroterra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come sanificare il divano e farlo tornare nuovo

social

Enego: famiglia di orsi al Rifugio Valmaron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Loison tra le “100 Eccellenze italiane 2021” di Forbes

  • Attualità

    Yale Stock Trading Game, un bassanese sul podio

  • social

    Primo assaggio di primavera e primi bagnanti al Livelon

Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento