Come richiedere la 104 a Vicenza

Legge 104 sulla disabilità, chi sono i beneficiari, come presentare la domanda, a chi rivolgersi, le agevolazioni per i parenti

La legge 104 del 1992, nota comunemente come "104", consente ai lavoratori affetti da disabilità e ai loro parenti di ottenere delle agevolazioni. Vediamo nel dettaglio chi può presentare la domanda.

Legge 104, le categorie incluse

La legge 104 include le seguenti persone:

  • disabili con contratto di lavoro dipendente, inclusi quelli modalità part-time;
  • genitori biologici, adottivi o affidatari di figli disabili, anche non conviventi;
  • coniugi lavoratori dipendenti di soggetti affetti da disabilità grave;
  • lavoratori dipendenti parenti di individui disabili (entro il secondo grado di parentela);
  • parenti o affini entro il terzo grado di parentela, lavoratori dipendenti (zii, nipoti, bisnonni e bisnipoti nel caso in cui il genitori o coniuge del disabile siano ultra sessantacinquenni e in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti dei suddetti);
  • con la circolare n. 38 del 2017, l'INPS ha esteso la possibilità di accedere ai permessi previsti dalla legge 104 anche a conviventi di fatto e coppie unite civilmente che rispettino le caratteristiche sopra indicate.

Legge 104, come presentare la domanda

Per fare richiesta di benefici e agevolazioni previsti dalla legge 104 è necessario presentare un'autocertificazione, anche in via telematica, in grado di accertare la condizione di disabilità del richiedente o del figlio o parente invalido o disabile. Sul sito dell'Inps è presente la specifica sezione sulle “Prestazioni a sostegno del reddito: accesso al portale delle domande”.

Sono diverse le modalità successive di accertamento della richiesta per quanto riguarda il lavoro in settore pubblico e il lavoro in settore privato. L'accertamento delle condizioni di difficoltà può avvenire anche con revisioni periodiche, attraverso esami e controlli effettuati da una commissione medica, sia in sede Inps che nella residenza dell'assistito.

Legge 104, le agevolazioni previste

Ai parenti dell'usufruitore della 104, o ai disabili stessi, vengono concessi alcuni permessi retribuiti per l'assistenza, quali:

  • permessi orari retribuiti giornalieri di 1 o 2 ore, a seconda del contratto di lavoro;
  • 3 giorni di permesso mensili, anche frazionabile in ore;
  • prolungamento del congedo parentale con diritto al 30% della retribuzione, per un massimo di 3 anni, da godere entro il compimento del 12esimo anno del bambino.

A Vicenza

La domanda di Invalidità Civile, Handicap, Disabilità, Cecità e Sordità non vanno presentate all'ULSS ma all'INPS.

La domanda può essere presentata, dall'interessato o da chi lo rappresenta legalmente (genitore, tutore, curatore).

La presentazione della domanda è informatizzata e deve rispettare alcuni precisi passaggi:

  1. rivolgersi al Medico curante per il rilascio del certificato introduttivo (attraverso cui il Medico attesta la natura delle infermità invalidanti, riporta i dati anagrafici, le patologie invalidanti da cui il soggetto è affetto, le eventuali patologie stabilizzate o ingravescenti che danno titolo alla non rivedibilità e l’eventuale sussistenza di una patologia oncologica in atto). Tale certificato (eventualmente corredato da certificati specialistici) sarà compilato dal Medico su supporto informatico ed inviato telematicamente all’INPS.
    Una volta compilato il certificato, il Medico consegnerà all'interessato:
    1. un codice univoco generato dal sistema informatizzato;
    2. il certificato introduttivo firmato in originale (che ha validità 90 giorni: se non si presenta in tempo la domanda, il certificato scade e bisogna richiederlo nuovamente al Medico).
       
  2. si deve poi presentare domanda all’INPS per via telematica.
    Il Cittadino può farlo autonomamente, dopo essersi registrato nel sito dell’INPS oppure tramite il Contact Center INPS), oppure attraverso gli enti abilitati (associazioni di categoria, patronati sindacali, CAAF, altre organizzazioni).
    Nella domanda che si sta presentando sono da indicare: i dati personali e anagrafici, il tipo di riconoscimento richiesto (invalidità), le informazioni relative alla residenza e all’eventuale stato di ricovero. Va abbinato inoltre il certificato introduttivo ottenuto dal Medico (vedi punto 1).
    Si ricorda che la domanda di accertamento dell'invalidità può essere richiesta anche contemporaneamente all'accertamento dell'handicap (Legge 104/92) e/o all'accertamento della disabilità (Legge 68/99): non è cioè necesario presentare due domande distinte.
     
  3. il Cittadino verrà in seguito convocato alla visita per l’accertamento della condizione di invalidità entro 60/90 giorni dalla presentazione della domanda (i tempi si riducono a 21 giorni nel caso di patologia oncologica in atto).
    Qualora la persona sia intrasportabile (poiché il trasporto comporta un grave rischio per l’incolumità e la salute della persona) è possibile richiedere la visita domiciliare. Anche in questo caso è necessario ricolgersi al Medico curante per farsi rilasciare il certificato con richiesta di visita domiciliare. Il Cittadino viene informato della data e dell’ora stabilita per la visita domiciliare.
     
  4. La visita avviene quindi presso la Commissione della Azienda ULSS, integrata con un medico dell’INPS.
    La Commissione accede al fascicolo elettronico contenente la domanda e il certificato medico. La persona può farsi assistere, a sue spese, dal proprio Medico di fiducia.
    In caso di assenza alla visita la persona sarà riconvocata. In caso di assenza ingiustificata anche alla seconda convocazione, la domanda viene archiviata e il Cittadino dovrà presentare una nuova domanda, previo rilascio del certificato da parte del Medico curante.
     
  5. Il verbale definitivo, composto da due versioni (una contenente tutti i dati sensibili e una contenente solo il giudizio finale), viene infine inviato dall’INPS al Cittadino.
  6. Qualora la commissione medica non si pronunci entro 45 giorni dalla presentazione della domanda relativamente alla Legge 104/92, gli accertamenti sono effettuati, in via provvisoria, da un medico specialista nella patologia denunciata, in servizio presso l'unità sanitaria locale da cui è assistito l'interessato.

Per informazioni è possibile rivolgersi all'Ufficio Disabilità più vicino, o contattare l'assistente sociale che opera nel proprio comune.

RECAPITI

Ulss Segreteria Commissione Invalidi Civili - sede di Vicenza

via IV Novembre 46 - 36100 Vicenza

Orario: dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 12.00

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Telefono: 0444 75-2244

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fuga dopo la rapina, l'auto si schianta: muore una donna

  • Uomini e donne, un vicentino alla corte di Gemma: tra baci "umidi" e "massaggi"

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Schianto nella notte, l'auto si cappotta più volte: muore un 21enne

  • Alto Vicentino nella morsa del maltempo: grandine e raffiche di vento

  • Amministrative 2020, Malo sceglie Marsetti: è lui il nuovo sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento