Scuola

Al via il buono libri scolastici: ecco come richiederlo

Dal 16 settembre è possibile fare domanda per accedere ai contributi per l'acquisto di testi e materiale per la scuola

Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte e arriva il bonus libri, un aiuto economico destinato alle famiglie, la presentazione delle domande inizia dal prossimo 16 settembre fino al 22 ottobre.

La Regione del Veneto avvierà a breve le procedure per poter fare richiesta del "Buono libri e contenuti didattici alternativi" per l'anno scolastico 2021-2022 per gli alunni che frequentano le istituzioni scolastiche, statali e non statali, secondarie di primo e secondo grado. E' destinato alla copertura parziale delle spese di acquisto dei testi scolastici sostenute dalle famiglie degli studenti. Si tratta di un'iniziativa annuale, realizzata tramite procedura web dalla Regione, in collaborazione con i Comuni del territorio.

I requisiti

Potranno beneficiare del buono libri, in via prioritaria, le famiglie residenti in Veneto, con un indicatore di reddito equivalente fino a 10.632,94 euro. I nuclei familiari con reddito Isee fino a 18.000 euro concorreranno alle eventuali risorse residue. 

La procedura per la presentazione delle domande si svolgerà dal 16 settembre alle ore 12:00 del 22 ottobre 2021 sarà necessario disporre di SPID o di CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS (Carta nazionale dei servizi).

Le famiglie che intendono avvalersi del contributo dovranno fare domanda via web (https://www.regione.veneto.it/istruzione/buonolibriweb), e quindi inviare al Comune di residenza dello studente, dal 16 settembre al 22 ottobre 2021, sempre via web, la domanda di contributo, utilizzando la propria identità Digitale: SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e, seguendo le modalità previste dal bando, dovranno consegnare o inviare al Comune stesso, copia della domanda con il numero identificativo rilasciato dal sistema operativo regionale. 

Successivamente, ciascun Comune, dal 16 settembre 2021 al 12 novembre 2021, svolgerà l’istruttoria delle domande di contributo ricevute, provvedendo infine all’invio delle stesse alla Regione del Veneto che approverà, tramite il Direttore della Direzione Formazione e Istruzione, il Piano regionale di riparto delle risorse tra i Comuni, determinando il contributo spettante.

La Regione del Veneto concede un contributo per l’acquisto di libri di testo, contenuti didattici alternativi indicati dalle scuole nei programmi di studio e dotazioni tecnologiche.

COMUNE DI VICENZA

Tornano i buoni libri della Regione Veneto, ovvero i contributi economici da utilizzare per l'acquisto di libri di testo e di contenuti didattici alternativi, per famiglie con un determinato reddito e con figli iscritti in scuole secondarie di primo e secondo grado o scuole di formazione professionale accreditate.

Quest’anno la richiesta di contributo si potrà fare esclusivamente online, dal 16 settembre al 22 ottobre 2021, accedendo alla pagina “Buono libri 2021-2022” del sito della Regione Veneto e utilizzando la propria identità digitale Spid (sistema pubblico d'identità digitale), Cie (carta d'identità elettronica) o Cns (carta nazionale dei servizi).

Per convalidare la domanda, il richiedente dovrà inviare la documentazione completa, come indicato nella scheda informativa nel sito del Comune di Vicenza, entro le 12 del 22 ottobre 2021 al Servizio Istruzione, Sport, Partecipazione via PEC (vicenza@cert.comune.vicenza.it), a mezzo posta raccomandata o via email (libriditesto@comune.vicenza.it).

Potranno fare domanda le famiglie con figli iscritti in scuole secondarie di primo e secondo grado o scuole di formazione professionale accreditate dalla Regione Veneto e con un determinato Isee.

Verrà concesso un contributo al massimo di 150 o 200 euro, a seconda della fascia Isee e del numero di domande pervenute.

Il contributo è finalizzato alla copertura totale o parziale delle spese per l'acquisto dei libri di testo, contenuti didattici alternativi indicati dalle istituzioni scolastiche e formative nell'ambito dei programmi di studio.

Sono escluse le spese per l’acquisto di dizionari, strumenti musicali, materiale scolastico e dotazioni tecnologiche (cancelleria, calcolatrici, stecche, personal computer, tablet, telefoni cellulari ecc..).

Tutte le informazioni sui requisiti per accedere al beneficio e sulle modalità per la presentazione della domanda sono disponibili nel sito del Comune di Vicenza (https://www.comune.vicenza.it/cittadino/scheda.php/42728,174714).

Per fare la domanda serve lo spid. Come richiedere lo spid

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il buono libri scolastici: ecco come richiederlo

VicenzaToday è in caricamento