Corsi di Formazione

Chi è l'attuario e come diventarlo

Ce ne sono solo mille e nel futuro la domanda sarà destinata a crescere. Di loro ci sarà un grande bisogno, sono capaci di calcolare il rischio e sono professionisti molto ricercati

Una professione per chi ama i numeri e il calcolo del rischio che in un futuro darà grandi soddisfazioni a chi la sceglie. L'attuario si occupa di determinare l'andamento futuro di variabili demografiche ed economico-finanziarie, cercando di anticipare e fare previsioni affidabili. Oggi in Italia di attuari riconosciuti (per loro c'è un albo) ce ne sono appena mille. Ma la domanda di questo professionista è in continua crescita, sono capaci di calcolare la probabilità che un rischio si avveri e se li contendono assicurazioni, fondi e in genere chi si occupa del risparmio a lungo termine. Non solo. Il riscaldamento globale del Pianeta, che già oggi mostra quanti danni è capace di fare, aumenterà le rischieste di assicurarsi contro gli imprevisti, allagamenti, frane, cedimeni del terreno e via dicendo.  L'attuario non conosce disoccupazione e in Italia la richiesta è molto alta, spesso superiore all'offerta.

Chi è l'attuario e cosa fa

Ovunque c’è una incertezza e ci sono le condizioni per quantificarla,lì, c’è un Attuario. L'Attuario è un professionista che utilizza le proprie conoscenze di natura matematica e statistica per effettuare calcoli per conto di assicurazioni e altri enti. Scendendo nel dettaglio, l'attuario si occupa di determinare l'andamento futuro di variabili demografiche ed economico-finanziarie, disegnando quale sarà la realtà nel breve, medio e lungo periodo.

L'attuario svolge numerose attività come la costruzione e la valutazione di prodotti finanziari, assicurativi e previdenziali, l'elaborazione di analisi statistiche, la certificazione dei bilanci delle imprese di assicurazione, dei fondi pensione e delle casse di previdenza e la valutazione patrimoniale ed economica di aziende pubbliche e private.

L'attuario può svolgere la propria attività come libero professionista o come lavoratore dipendente presso compagnie di assicurazione, nel settore previdenziale, nelle Università, negli enti di vigilanza o anche nelle banche e altri enti finanziari.

Percorso formativo per diventare attuari

Per diventare attuario è necessario, il conseguimento di una laurea, il superamento dell’esame di Stato e la successiva iscrizione all'Albo. Vediamo nel dettaglio il percorso formativo spiegato nel dettaglio dall’Ordine Nazionale degli Attuari:

In base al DPR n.328/2001 nell'Albo degli Attuari sono istituite due sezioni:

-iscritti nella sezione A spetta il titolo professionale di Attuario
-iscritti nella sezione B spetta il titolo professionale di Attuario Iunior
 
L'iscrizione all'Albo, sezione A o B, è subordinata al superamento di un apposito Esame di Stato. Ai fini dell'ammissione all'Esame di Stato per l'abilitazione alla professione di Attuario è richiesto il possesso della laurea magistrale in una delle seguenti classi:

-classe LM16 - Finanza
-classe LM83 - Scienze Statistiche, Attuariali e Finanziarie
-classe LM82 - Scienze Statistiche

Ai fini, invece, dell'ammissione all'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di Attuario Iunior è richiesto il possesso della laurea triennale nella seguente classe:

-classe L41 - Statistica

Attuario: i manuali più venduti sul web

Una professione innovativa tra finanza e assicurazione: l'attuario

La valutazione nelle assicurazioni vita. Profili attuariali

Manuale di finanza: 1

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è l'attuario e come diventarlo

VicenzaToday è in caricamento