rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Eventi

Ritorna Vinitaly: c'è il meglio dei Colli berici tra perle rare e grandi classici

Il consorzio vini Colli Berici e Vicenza propongono in occasione della manifestazione un programma di degustazioni che valorizzano la vocazione ai grandi vini rossi: si parte domenica 6 aprile

Il Veneto ha un cuore rosso: i Colli Berici. Attorno a questa metafora il Consorzio tutela vini Colli Berici e Vicenza si presenta all'annuale appuntamento di Vinitaly,  al Padiglione 8 (ex 7B) – stand G5.

VINITALY 2013

“I Colli Berici – spiega Andrea Monico, direttore del Consorzio – si trovano proprio al centro del Veneto. È un cuore rosso, perché su questi colli si producono grandi vini rossi e sono molti i produttori, sia locali che di altre aree vitivinicole, che hanno scelto di coltivare qui le loro uve a bacca rossa, proprio per la vocazione del territorio. E poi il cuore è simbolo di passione e di vita: i nostri sono vini di grande personalità, in grado di suscitare emozioni autentiche”.

IL PROGRAMMA. Ricco il programma degli eventi organizzati dal consorzio nei quattro giorni di fiera che punteranno a raccontare il territorio attraverso le quattro varietà più coltivate: Tai Rosso, Cabernet, Merlot, Carmenere. E grande spazio ai produttori che si presenteranno in prima persona con una serie di degustazioni monografiche. Saranno verticali di un vino oppure orizzontali di diverse espressioni dello stesso vitigno. Domenica 6 aprile si parte con il Tai Rosso live, giornata dedicata al vitigno autoctono dei Colli Berici con degustazione di tutti i Tai Rosso prodotti. Per tutto il giorno verranno raccolte le adesioni al Club Amici di Mario, nato due anni fa proprio a Vinitaly per raccogliere gli “amanti del bere semplice”. Inoltre, alle 11.30 appuntamento con Tai Rosso e i suoi fratelli, degustazione di Tai Rosso e degli altri vini selezianati per il concorso Grenache du Monde. Quindi le degustazioni monografiche: la prima domenica alle ore 15.30 con l'azienda agricola Dal Maso che proporrà una degustazione orizzontale di Tai Rosso. Lunedì 7 aprile si prosegue: alle ore 11 con Tenuta Monte San Giorgio (Tai Rosso), alle 14 Vini Cris (Cabernet Franc Castel Bricon), alle 15.30 Piovene Porto Godi (Merlot Fra i Broli) e alle 17 Inama (Carmenere Oratorio San Lorenzo). Martedì 8 aprile: ore 11 Pegoraro (Tai Rosso), ore 14 Cavazza (Merlot Cicogna), ore 15.30 Colle di Bugano (Tai Rosso Il Brolo) e ore 17 Ca' Basso (Cabernet vs taglio bordolese). Mercoledì 9 aprile alle ore 11.30 lo stand del consorzio allargherà i propri confini per ospitare altri sei consorzi di tutela veneti nella degustazione “Gli altri Veneti”. Si potranno così assaggiare i vini, tutti da vitigni autoctoni, provenienti da: Bagnoli DOC; Breganze DOC, Colli di Conegliano DOC, Corti Benedettine del Padovano DOC, Garda DOC e Terradeiforti Valdadige DOC.

PERLE RARE E INIZIATIVE. “Sarà l'occasione - spiega Alessia Benini, responsabile comunicazione e marketing del consorzio – per scoprire autentiche perle del panorama enologico veneto. Vini che troppo spesso sono messi in ombra da denominazioni e tipologie più celebri”. Quattro inoltre le aziende presenti con un proprio corner all'interno dello stand del Consorzio: Tenuta Monte San Giorgio (da domenica a martedì); San Matteo (lunedì e martedì), Ca' Rovere (lunedì), Pegoraro (martedì). Infine, si potrà conoscere un'interessante novità nell'ambito del packaging: Beré, una bottiglia che si trasforma in calice brevettata da un'azienda vicentina. L'Iniziativa è finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 – 2013, Misura 133 DGR N. 2470/2011. Organismo responsabile dell'informazione: UNIONE VINI VENETI DOC (U.VI.VE). Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione Piani e Programmi del Settore Primario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorna Vinitaly: c'è il meglio dei Colli berici tra perle rare e grandi classici

VicenzaToday è in caricamento