Cinema al Ridotto al Teatro Comunale di Vicenza : tre appuntamenti per il 27 Marzo, il 3 e 8 Aprile

  • Dove
    Teatro Comunale di Vicenza
    Viale Giuseppe Mazzini, 39
  • Quando
    Dal 27/03/2018 al 08/04/2018
    27 marzo alle 20.15 | martedì 3 aprile alle 19.45 | domenica 8 aprile alle 17.00
  • Prezzo
    12 euro il biglietto intero, 10 euro il ridotto (under 30, over 65 e convenzionati)
  • Altre Informazioni

Danza e opera lirica, con titoli originali e cult del balletto, sono i generi artistici protagonisti della programmazione del Cinema al Ridotto al Teatro Comunale di Vicenza nei prossimi giorni: tre gli appuntamenti in programma, con produzioni davvero imperdibili per la loro originalità.

____________

Il primo è in programma martedì 27 marzo alle 20.15 in diretta via satellite dal palcoscenico della Royal Opera House di Londra, si tratta de “Il Centenario di Bernstein”, un omaggio alla musica del compositore Leonard Bernstein in occasione del centenario della sua nascita, tributatogli dal Royal Ballet. Il musicista statunitense è stato uno dei primi compositori classici ad ottenere isia consenso del pubblico che della critica; fu sicuramente un eclettico che si ispirò al jazz, al modernismo, alla musica tradizionale ebraica e al musical; a Broadway collaborò con Jerome Robbins per realizzare Fancy Free e West Side Story.

Per ricordarlo e celebrarlo, il Royal Ballet ha riunito i suoi tre coreografi associati che hanno dato vita a questa originale produzione che sarà trasmessa in diretta al Cinema al Ridotto; il programma prevede due prime mondiali del coreografo residente Wayne McGregor (ormai una star del contemporaneo) e dell’artista associato Christopher Wheeldon, che si cimentano per la prima volta con la musica di Bernstein. Nel programma anche il primo revival del balletto “The Age of Anxiety” (L’età dell’ansia), creato nel 2014 dal coreografo residente Liam Scarlett sulla musica della Seconda Sinfonia di Bernstein, ispirata all’omonima opera del poeta britannico W.H. Auden, un dialogo tra quattro sconosciuti che commentano le notizie di guerra scandite da una radio accesa al bar. Come l’opera letteraria, anche il balletto è dominato da questo disincanto esistenziale, che lascia comunque un piccolo spazio alla speranza. Nei quattro ruoli principali saranno impegnati i danzatori Sarah Lamb, Alexander Campbell, Bennet Gartside e Tristan Dyer.

____________

Il secondo appuntamento al Cinema è previsto martedì 3 aprile alle 19.45, anche questa una nuova produzione trasmessa via satellite “near live” dalla Metropolitan Opera House di New York: “Così fan tutte” su musica di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte, direttore  David Robertson, regia di Phelim McDermott. Si tratta di un nuovo allestimento della celebre opera buffa del grande compositore austriaco, ambientato in tempi moderni, nella Coney Island degli anni '50, firmato da Phelim McDermott; spiccano tra gli interpreti Christopher Maltman come Don Alfonso e la vincitrice dei Tony Award Kelli O'Hara nel ruolo di Despina.

Come l’originale, anche questa nuova ed entusiasmante produzione del capolavoro operistico di Wolfgang Amadeus Mozart si interroga sulla natura dell'amore e delle relazioni di coppia.

La trama, anche se in versione moderna, è quella conosciuta: in un caffè a Napoli siedono con il vecchio filosofo Don Alfonso, i due ufficiali Guglielmo e Ferrando che sostengono che le loro fidanzate, Fiordiligi e Dorabella, sapranno essere fedeli in ogni circostanza. Don Alfonso li contraddice assicurando che la fedeltà femminile non esiste e che, se si presentasse l'occasione, sarebbero pronte a dimenticare i loro fidanzati per passare a nuovi amori. I due, per difendere l'onore delle future spose, intendono sfidarlo; Don Alfonso scommette cento zecchini d'oro per dimostrare che le fidanzate non sono diverse dalle altre donne: per un giorno Ferrando e Guglielmo dovranno seguire ciecamente le sue istruzioni, ovviamente con molte sorprese…. Il lieto fine è assicurato, Don Alfonso si giustifica perché ha agito a fin di bene, per rendere più saggi gli sposi; nonostante le peripezie le  coppie si ricompongono e tutti insieme cantano la morale.

____________


Il terzo spettacolo da non perdere, in programma domenica 8 aprile alle 17.00 è il balletto “Giselle” trasmesso dal Teatro Bolshoi di Mosca, coreografia di Yuri Grigorovich, musica di Adolphe Adam, libretto di Théophile Gautier e Jean-Henry Saint-Georges, con Svetlana Zakharova (Giselle), Sergei Polunin (Albrecht), Ekaterina Shipulina (Myrtha) e Denis Savin (Hans) e il corpo di ballo del Bolshoi di Mosca.

La prima ballerina Svetlana Zakharova interpreta il ruolo del repertorio classico per eccellenza, al fianco del sensazionale Sergei Polunin nel ruolo di Albrecht – due vere e proprie star del balletto - in questa entusiasmante e ancora accattivante creazione, che continua ad attirare al Bolshoi, da più di 150 anni, spettatori da tutto il mondo. Il balletto in due atti (dura due ore e 20 minuti) rappresenta  il titolo per eccellenza del romanticismo in danza e narra la storia senza tempo dell’amore infelice di Giselle, giovane contadina della Renania. La fanciulla quando scopre che il suo amato Albrecht  (il principe di Slesia che ha conosciuto sotto mentite spoglie) è promesso ad un’altra donna non regge dal dolore e muore fra le braccia dell’amato. Ma, mentre Albrecht soffre per la sua scomparsa, ecco che Giselle torna in vita tra le Villi, spiriti vendicativi il cui scopo è far ballare gli uomini infedeli fino alla morte. Giselle supplica inutilmente Myrtha, regina delle Villi di risparmiarlo; lo protegge, sorreggendolo e danzando con lui per tutta la notte. Alle prime luci dell'alba le Villi svaniscono mentre Albrecht è salvo grazie all'amore di Giselle che dopo averlo fatto danzare, può tornare al riposo eterno nella sua tomba. E lì rimane solo il giovane principe, inconsolabile e affranto per il dolore della sua perdita.

_______________________________________________

I biglietti per il Cinema al Ridotto  si possono acquistare  alla Biglietteria del Teatro Comunale, viale Mazzini 39, (biglietteria@tcvi.it  tel. 0444.324442) aperta dal martedì al sabato, dalle 15.00 alle 18.15, sul sito del teatro www.tcvi.it , dalla APP TCVI, agli sportelli di Intesa Sanpaolo ex Banca Popolare di Vicenza e un’ora prima delle proiezioni. I prezzi sono 12 euro il biglietto intero, 10 euro il ridotto (under 30, over 65 e convenzionati)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Conservatorio di Vicenza: “I Fiori Musicali”, rassegna di musica e poesia

    • Gratis
    • dal 13 al 27 maggio 2021
    • on line
  • Festival "Passo a Due" a Thiene

    • dal 20 al 23 maggio 2021

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2021
    • piazze
  • Yoga in Presenza alla "Rotonda"

    • dal 2 maggio al 26 settembre 2021
    • Villa Capra Valmarana, La Rotonda
  • Palazzo Leoni Montanari: Futuro, arte e società dagli anni Sessanta a domani

    • dal 27 aprile al 27 giugno 2021
    • Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari
  • Visita guidata: scopri Vicenza, un capolavoro di città

    • dal 8 maggio al 18 dicembre 2021
    • Partenza dall'ufficio IAT di piazza Matteotti, 12
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento