"Biancaneve. La vera storia": Famiglie a Teatro apre con lo spettacolo Premio Eolo 2018

È lo spettacolo vincitore dell’Eolo Award 2018, il premio ufficiale del teatro italiano per le nuove generazioni assegnato dalla rivista “Eolo-Ragazzi” diretta da Mario Bianchi, che in occasione del debutto a Bari l’aveva definito“il più bello spettacolo del festival Maggio all’Infanzia”: si tratta di “BIANCANEVE. LA VERA STORIA”, con cui la compagnia Teatro Crest di Taranto ha suggellato i primi 40 anni di una storia artistica costellata dai più autorevoli riconoscimenti nazionali per il Teatro Ragazzi. Uno spettacolo d’eccezione, che La Piccionaia ha scelto per inaugurare, domenica 11 novembre (ore 17), la stagione 2018/19 di “FAMIGLIE A TEATRO”, il progetto curato dal Centro di Produzione Teatrale vicentino al Teatro Astra per il Comune di Vicenza – Assessorato all Cultura con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Veneto.

L’allestimento rappresenta la più recente tappa del sodalizio tra la compagnia pugliese e il grande maestro Michelangelo Campanale, che dello spettacolo firma testo, regia, scene e luci: un progetto artistico che, con spettacoli pluripremiati come “La storia di Hansel e Gretel”, “Sposa sirena” ed ora con “Biancaneve”, racconta alle giovani generazioni storie capaci di emozionare, senza usare edulcoranti o bugie e nel più grande rispetto della loro capacità di comprendere ed elaborare pensieri in autonomia, sulla strada della crescita.

Già nel 2017 lo spettacolo si era aggiudicato il Premio Padova – Amici di Emanuele Luzzati nell’ambito del XXXVI Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi, il festival nazionale più antico del settore, “per la recitazione impeccabile e la forte presenza scenica dei tre protagonisti, per i costumi di grande impatto e suggestione, per le scenografie fatte di veli che nascondono e rivelano […], per la scelta musicale giocata tra brani contemporanei e recupero filologico di musiche dell’epoca, che ricrea e fa rivivere, alla sensibilità dello spettatore moderno, le suggestioni della Germania dei Grimm, per l’impareggiabile regia, creativa, immaginifica, emozionante”.

In scena, Catia Caramia, Maria Pascale e Luigi Tagliente riportano la celebre fiaba dei Fratelli Grimm nei luoghi in cui è nata, tra le montagne innevate e le miniere profonde della Germania, lontano dall’immaginario americano di Walt Disney, per restituirle l’atmosfera che le è propria. Qui l’ultimo dei sette nani è testimone dell’arrivo di una bambina coraggiosa che preferisce la protezione del bosco sconosciuto allo sguardo, conosciuto ma cupo, di un madre che diventa matrigna a causa dell’invidia per la bellezza di una figlia che la vita chiama naturalmente a fiorire. Nel bosco Biancaneve aspetta, paziente: sa che, come le pietre preziose nascoste nelle profondità della terra, anche lei un giorno inizierà a risplendere di luce propria sotto i raggi del sole. Al centro del lavoro, temi importanti come il rapporto madre-figlia e quello della vera bellezza, che non risiede nell’aspetto esteriore ma nella profondità dell’essere umano.

Porteremo i bambini dietro le quinte della storia – spiega la compagnia -, lì dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni. Che sono talvolta buoni e talvolta cattivi, ma quasi mai solo l’uno o l’altro: anzi, sono insieme comici ed emozionanti, dolci ed irritanti, divertenti e a volte anche un po’ inquietanti. Proprio come la vita che impariamo ad affrontare”.

Età consigliata: dai 5 anni.

Abbonamenti: completo a 8 spettacoli (intero € 40, ridotto adulti € 35, bambini € 26) e  percorso di 5 spettacoli Lupetto, consigliato dai 6 ai 12 anni (intero € 27, ridotto adulti € 25, bambini € 22) in vendita fino all'11 novembre; percorso di 4 spettacoli Coccinella, consigliato dai 3 ai 6 anni (intero € 22, ridotto adulti € 20, bambini € 18) in vendita fino al 25 novembre.

Biglietti: intero € 6,50, ridotto adulti € 5,50, bambini € 5. Porta un nonno a teatro: un nonno e due nipoti entrano a Teatro con € 10.

A disposizione del pubblico il parcheggio gratuito del Circolo Tennis Palladio 98. Il parcheggio ha capienza limitata: si consiglia di arrivare in anticipo. Per altri parcheggi limitrofi, consultare il sito https://www.aimmobilita.it/it/mobilita/auto.

Prima e dopo lo spettacolo sarà attivo l’angolo Equobar con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

Info, prenotazioni e prevendite: Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 (Vicenza), telefono 0444 323725, info@teatroastra.itwww.teatroastra.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2021
    • piazze
  • Un tetto di ombrelli tricolore in corso Fogazzaro e tanti eventi ogni fine settimana in Centro a Vicenza

    • Gratis
    • dal 12 luglio al 24 dicembre 2020
    • Centro storico
  • Villa la Rotonda: visita guidata

    • dal 13 al 29 novembre 2020
    • Villa La Rotonda
  • Festival del Mistero: solo on line

    • dal 24 ottobre al 28 novembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento