Mostra di giovani illustratori a Palazzo Cordellina

  • Dove
    Palazzo Cordellina
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 15/07/2020 al 31/07/2020
    dalle 13 alle 19
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

È un percorso in 22 opere attraverso la bellezza dell’essere umano nell’espressione delle sue emozioni: la scoperta, la sorpresa, lo stupore e l’avventura; la bellezza come motore di cambiamento; la bellezza del rapporto con l’altro diverso da sé: "/e.mò.ti.con/ illustra l’emozione L’esposizione ospitata dalla Biblioteca civica Bertoliana a Palazzo Cordellina verrà inaugurata mercoledì 15 luglio (ore 18), chiuderà il 31 luglio 2020.

Il tema dell’edizione 2020 è "Viaggi fantastici e incontri straordinari": "in un periodo di isolamento – spiegano i curatori Sergio Meggiolan Michela Meggiolaro - la creatività diventa mezzo per viaggiare con l’immaginazione e strumento per generare un futuro positivo. E proprio durante il recente periodo di isolamento e restrizione negli spostamenti, il disegno e l’illustrazione sono diventati un modo per muoversi con la fantasia, esplorando le emozioni legate ad un momento così particolare e delicato".

Le 22 illustrazioni che compongono il percorso espositivo, realizzate da 16 giovani illustratrici e illustratori, sono state selezionate da una giuria di esperti tra 284 opere, realizzate dai 142 artisti under35 che, da tutto il mondo, hanno risposto alla open call promossa da La Piccionaia durante i mesi passati.

Gli autori delle opere in mostra sono: Federico Artuso (Italia), Marta Bianchi (Italia) Elisa Bochicchio (Italia), Godmess (Portogallo), Yekaterina Guzikova (Kazakistan), Yu Cai (Cina), Alberta Curti (Italia), Chiara Fantin (Italia), Annaviola Faresin (Italia), Narges Fayaz (Iran), Edoardo Marconi (Italia), Giuliana Marigliano (Spagna), Alessandra Nardotto (Italia), Silvia Reginato (Italia), Francesca Rosafio (Italia), Michela Zalunardo (Italia).

La presidente della Bertoliana Chiara Visentin precisa il perché della collaborazione a questa iniziativa: "un mondo da immaginare e da esplorare con lo sguardo, alla ricerca dei segreti nelle splendide illustrazioni in mostra. Un mondo di forme e colori, che la Bertoliana ha accettato con slancio di ospitare nelle sue stanze museali di Palazzo Cordellina. Un mondo di emozioni condiviso che ha voluto offrire e dedicare ai bambini, i veri dimenticati, i grandi invisibili dei mesi appena trascorsi. La Bertoliana ha tra le sue principali mission quella di essere concreto strumento per avvicinare tutti, piccoli e grandi, ai significati e ai contenuti dell’illustrazione e della letteratura per l’infanzia. Attraverso i suoi spazi per i più piccoli, presenti in tutte le sedi dell’Istituzione, attraverso attente e innovative scelte di acquisizione di libri per i più piccoli, attraverso le molteplici iniziative organizzate in tutto l’anno come letture, laboratori e proposte librarie, ha sempre cercato di accogliere il bambino dandogli l’opportunità di fare nuove scoperte e conoscere il mondo che lo circonda. La collaborazione a questo bellissimo progetto cerca inoltre di risarcire i nostri piccoli utenti per tutti quei mesi in cui il patrimonio favolistico e le immagini della fantasia presenti delle nostre biblioteche non sono stati accessibili, quantunque abbiamo cercato di farli fruire almeno da remoto".

"Il percorso espositivo di quest’anno – concludono Meggiolan e Meggiolaro - è un racconto popolato da temi ricorrenti, che tratteggiano una fisionomia condivisa del periodo che abbiamo attraversato: il sogno come rifugio ed estraniamento dalla realtà, sguardi preoccupati sul futuro che si alternano a moti di speranza e voglia di cambiamento; e ancora, l’interno della casa come luogo del sogno, ma anche di incontro con personaggi fantastici, immaginati fuori e dentro di noi; mostri buoni, che rappresentano forse le nostre paure - dell’invisibile, del diverso, dell’ignoto – ed esprimono al tempo stesso il desiderio di superare queste stesse paure e di affrontare le sfide con saggezza; viaggi in paesaggi surreali, dove i ruoli si ribaltano; collegamenti tra finestre che raccontano della voglia di aprirsi all’incontro con l’altro; occhi puntati verso orizzonti da cui fanno capolino i più strani personaggi… Quasi come se, obbligati a stare distanti e costretti in spazi ridotti, l’immaginazione ci avesse fatti ritrovare uniti e infiniti.

La mostra, a ingresso gratuito, è visitabile dal 15 al 31 luglio, dal lunedì al sabato (dalle 13 alle 19) In Biblioteca Bertoliana a Vicenza

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Bassano: Giambattista Piranesi, architetto senza tempo

    • dal 21 giugno al 19 ottobre 2020
    • Museo Civico - Palazzo Sturm
  • 1°domenica del mese: Palazzo Chiericati e Museo Naturalistico Archeologico gratuiti per i vicentini

    • Gratis
    • 3 ottobre 2020
    • Centro Storico di Vicenza
  • Fondazione Bisazza mostra: Fashion Photography 20 anni della fotografia di moda

    • Gratis
    • dal 19 settembre al 23 dicembre 2020
    • Fondazione Bisazza

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2021
    • piazze
  • Suoni tra le Malghe 2020: tutti i concerti in programma

    • Gratis
    • dal 12 luglio al 18 ottobre 2020
    • Malghe dell'Altopiano di Asiago
  • Un tetto di ombrelli tricolore in corso Fogazzaro e tanti eventi ogni fine settimana in Centro a Vicenza

    • Gratis
    • dal 12 luglio al 24 dicembre 2020
    • Centro storico
  • Festa dell'arna e del germano reale a Camisano

    • Gratis
    • dal 25 al 28 settembre 2020
    • Contrà Pieve
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VicenzaToday è in caricamento