Le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari aperte il 25 aprile: "I mille volti di Dioniso"

Ceramiche attiche e magnogreche (immagini di archivio)

Le Gallerie d'Italia di Palazzo Leoni Montanari, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Vicenza in contrà Santa Corona 25, sono eccezionalmente aperte lunedì 25 aprile con orario regolare dalle 10 alle 18 con ultimo ingresso alle ore 17.30. Alle ore 15.30 viene proposta una particolare iniziativa: l’itinerario tematico "I mille volti di Dioniso" con attività creativa aperta a tutte le età. Un racconto animato con laboratorio espressivo, che prevede la costruzione di una  maschera.

I partecipanti sono invitati a osservare i dettagli, presenti nelle ceramiche della collezione delle Gallerie d’Italia a Palazzo Leoni Montanari, prendendo molteplici spunti per realizzare una maschera originale e personalizzata, ispirata a quelle usate nell’antico teatro greco. L’attività creativa prevede l’impiego di diversi materiali, soprattutto di riuso (percorso a pagamento: 5 euro più biglietto d'ingresso su prenotazione al numero verde 800.578875 con massimo 30 partecipanti).


Fino in autunno a Palazzo Leoni Montanari si potrà ammirare il recente nuovo allestimento delle ceramiche attiche e magnogreche dalla collezione Intesa Sanpaolo, intitolata "Dioniso. Mito, rito e teatro",un' esposizione dedicata a una delle figure più affascinanti e complesse della cultura greca, il dio Dioniso.

La straordinarietà di Dioniso, dio multiforme e dio del mutamento, viene indagata attraverso un itinerario espositivo, che dalle feste istituzionali celebrate per lui ad Atene e in Magna Grecia porta a scoprire la sua potenza resa evidente dai due grandi doni, che egli offre agli uomini: il vino e il teatro. Il visitatore, oltre che dalle immagini dei vasi, viene accompagnato lungo il percorso anche dal racconto gestito attraverso i testi e i contenuti multimediali che costituiscono parte integrante della mostra, permettendo di evidenziare come la figura di Dioniso abbia affascinato la cultura moderna e contemporanea.


Documenta l’inscindibile legame tra il teatro e il dio la presenza in mostra del celebre ed eccezionale cratere attico, opera del Pittore di Pronomos, in cui è raffigurato Dioniso abbracciato ad Arianna, circondato da attori con abiti di scena in procinto di esibirsi in un dramma satiresco. Il vaso, che proviene da Ruvo di Puglia come le ceramiche della collezione Intesa Sanpaolo, è conservato al Museo Archeologico Nazionale di Napoli ed è un esemplare unico nel soggetto e un capolavoro artistico.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Bassano: Giambattista Piranesi, architetto senza tempo

    • dal 21 June al 19 October 2020
    • Museo Civico - Palazzo Sturm
  • Palladio Museum: un architetto al tempo di Canova, la raccolta Papafava

    • dal 27 June al 13 September 2020
    • Palladio Museum
  • "Una montagna di vita": mostra fotografica ad Asiago

    • dal 5 July al 8 November 2020
    • Location Varie

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 September 2019 al 20 September 2020
    • piazze
  • Parte il cinema drive-in a Marostica: tutto il programma

    • dal 8 al 17 August 2020
    • parcheggio dell’ex-ospedale
  • Marostica… di fiaba in fiaba

    • dal 9 July al 25 August 2020
    • Centro Storico
  • "Cinema Sotto le Stelle" ai Chiostri di Santa Corona: i film di agosto

    • dal 1 July al 31 August 2020
    • Chiostri di Santa Corona
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VicenzaToday è in caricamento