Gli Idraulici del Suono con il loro turbofolk al CSC

  • Dove
    CSC Centro Stabile di Cultura
    Indirizzo non disponibile
    San Vito di Leguzzano
  • Quando
    Dal 05/01/2020 al 05/01/2020
    ore 21
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Ancora una grande serata di musica al CSC con gli Idraulici del Suono (balcanica, klezmer, polka, walzer) per una folle Balkan&Gipsy Night
Gli Idraulici del Suono sono un’orchestra itinerante di turbotzigani.

Gli Idraulici del suono sono un’orchestra itinerante di turbotzigani nata nel 2008 dalla volontà dei fratelli Draulić di dare vita a qualcosa di nuovo, un progetto musicale a suon di percussioni e fiati, musica tzigana e klezmer. Al CSC si produrranno in un’autentica Balcan&Gipsy Night. A seguire dj set balkan (Shantal, Balkan Beat Box) ad opera di Al Tajara Collective.
A colpi di percussioni, fiati, balkan, klezmer, tzigani, walzer e polke maledette, gli Idraulici costringono a ballare pure sindaci e sagrestani!
… solo l’alba porterà la calma. Fuggiti dalle rovine di progetti nei quali non si riconoscevano più, una sera era da poco passato il Natale, i fratelli Draulić si riunirono per parlare. Ma siccome parlare non è il loro forte, iniziarono a soffiare dentro quei dannati tubi gialli, a battere sulle maledette pelli di mulo, a cantare a squarciagola canzoni d’amore e di guerra… e così nacquero gli Idraulici del Suono.

I fratelli Draulić portano gli Idraulici del Suono a scarmigliare fiere, matrimoni, sagre e feste nazionali.

GLI IDRAULICI DEL SUONO

Sono 11ici, a volte 13ici musicisti imbizzarriti che si esibiscono su un palcoscenico. Ad un loro concerto puoi avere a che fare con “Svevo” alla grancassa infuocata mentre skizza in lungo e in largo sulla ribalta rischiando di scontrarsi con “Pivo”, trobettista ben piazzato intento a fotografarti mentre lo ascolti. Può accadere d’imbatterti nell’acrobatico “Bongaro” suonatore di tamburo che fidandosi incautamente della presa di “Rauko” alla voce, rischia di dare una craniata al suolo durante una figura plastica, oppure potresti ascoltare delle “Robonotes” del prode altosaxista mentre il resto del gruppo lo manda a quel paese. Potresti scontrarti, e ti assicuro è meglio tu non lo faccia, con la coulisse di “Pietro”, il massiccio trombonista. Potrebbe capitarti di sorseggiare un succo alla pera sul palco con “Konrad” mentre picchia un crepitante rullante, schernito dal resto della band tutta con una birra in mano.
Se invece sposti l’attenzione sul labiale di “Branko” mentre si stacca dal sax tenore potresti rimanere sconcertato dai suoi “francesismi”.
Oppure potrebbe capitarti di non riuscire a stare fermo ascoltando le vibrazioni di “Tibuco” mentre cavalca il contrabbasso. Ti daranno sicuramente dei sussulti cardiaci i gorgheggi inusuali del “Prof” quando si stacca dalla tromba sotto l’attenta benedizione del “Reverendo LJ Ska” con a tracolla la chitarra sparanote.
Puoi vedere tutto questo mentre ascolti ottima musica balcanica e non solo condita da storie di viaggi improbabili di una band sgangherata spiritualmente ma irrefrenabile musicalmente.
Se poi ci sono anche “Mate Mate Franz” alla fisarmonica e il belloccio “Darko” alla tromba la tua serata è indimenticabile.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Marostica città della musica: i concerti della domenica

    • Gratis
    • dal 9 febbraio al 22 marzo 2020
    • Chiesetta San Marco
  • Vo' on the folks 2020

    • Gratis
    • dal 8 febbraio al 21 marzo 2020
    • Sala della Comunità

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2020
    • piazze
  • Carnevale di Bassano: tutti gli eventi

    • Gratis
    • dal 22 al 25 febbraio 2020
    • centro storico
  • Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi in Basilica Palladiana

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Basilica Palladiana
  • Tour guidato del centro storico di Vicenza

    • dal 19 ottobre 2019 al 6 giugno 2020
    • Piazza Matteotti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento