Valdagno: nasce la seconda biblioteca dei semi d'Italia

Presentata in occasione di M'illumino di meno, si tratta di uno spazio dove si prendono in prestito i semi, si portano a casa e si mettono a dimora

La novità nel mondo della natura e dello scambio di saperi è una vera e propria biblioteca dei semi, dove si prendono in prestito i semi, si portano a casa e si mettono a dimora. Si innaffiano, ci si prende cura della piantina che cresce e poi, a maturazione, si riporta in biblioteca una parte dei semi nuovi. Accade alla Biblioteca Civica Villa Valle di Valdagno, che si configura sempre più come luogo di scambio di saperi e di esperienze.

È proprio qui, tra libri e scaffali, che si sviluppa una nova forma di prestito, quello dei semi. A fare da apripista è stata l'esperienza della biblioteca civica di Parco Gallo a Brescia. A Valdagno si è partiti dal raccogliere le disponibilità di circa una ventina di persone che si sono rese disponibili a condividere le proprie esperienze per questo progetto, valorizzando così la cultura della terra, della biodiversità, del bene comune, della bellezza, del rispetto per l'ambiente.

«L'esperienza della biblioteca dei semi – commenta l'Assessore alle Politiche Ambientali, Michele Vencato – si inserisce nell'impegno dell'Amministrazione a promuovere sempre più una solida cultura del rispetto e della tutela dell'ambiente. Solo poche settimane fa abbiamo riproposto la Festa degli Alberi, effettuando anche alcune nuove piantumazioni in città, ma il nostro lavoro non si esaurisce qui e ci vede impegnati anche sul fronte dei rifiuti e della salvaguardia della “risorsa acqua”.»

La biblioteca dei semi è uno spazio culturale di saperi, tradizioni e storie diverse, raccontate da ogni seme e tramandate da chi li prenderà in prestito per generare nuova vita. I semi si trovano tra gli scaffali, in mezzo ai libri, contenuti in bustine; un catalogo contiene le informazioni del prestito e dello sviluppo delle nuove piantine, oltre alle schede dei partecipanti, che raccolgono le informazioni su ogni varietà. Una bibliografia contiene i suggerimenti di lettura. I libri consigliati naturalmente si possono prendere in prestito in biblioteca civica.

GLI APPUNTAMENTI

Il progetto della Biblioteca dei semi, secondo in Italia, è stato presentato in biblioteca civica Villa Valle lo scorso 23 febbraio, in occasione della Giornata nazionale del risparmio energetico M'Illumino di meno. Si proseguirà ora con un ciclo di incontri a tema all'interno della biblioteca.

Giovedì 5 aprile, alle 17.00, Ilaria Rilievo parlerà di come salvare i semi e la biodiversità, il 12 aprile, sempre alle 17.00, Michele Franceschi racconterà l'evoluzione delle coltivazioni negli orti. In principio c'erano le rape e poi anche i piccoli appezzamenti di terra sono popolati di specie diverse. Sabato 14 aprile, alle ore 10.30 ci sarà la vera e propria inaugurazione del prestito dei semi, con laboratori in cui si potrà apprendere quando, dove e come seminare e raccogliere i semi.

L'evento si inserisce all'interno delle iniziative previste per la Festa della Maresina. Infine, domenica 22 aprile alle 15.30 al Parco La Favorita il gruppo de La biblioteca dei semi, in collaborazione con l'associazione Le guide e la cooperativa Il Cerchio, accompagnerà alla scoperta del risveglio delle api e dei fiori, per creare bombe di semi da lanciare nelle prime aree verdi amiche dei fiori, delle farfalle e delle api.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

  • La classifica delle migliori scuole d'Italia: scopri le vicentine

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Minore va in crisi al reparto psichiatrico: i sanitari non riescono a calmarlo e chiamano i carabinieri 

  • Anziana travolta e uccisa, il "pirata" si è costituito

  • Volo di 5 metri dal capannone: gravissimo operaio

Torna su
VicenzaToday è in caricamento