rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cultura Marostica

I sessant’anni della Partita a Scacchi di Marostica

Scene inedite e più social, ecco come si rinnova una delle rievocazioni storiche più famose al mondo. In scena dal 12 al 14 settembre

Un’edizione innovativa e ricca di sorprese. Compie 60 anni la Partita a Scacchi di Marostica a personaggi viventi e, nel rispetto della tradizione e di un libretto teatrale che non conosce tempo, presenta alcune significative variazioni che permetteranno di rendere questo spettacolo ancora più affascinante ed indimenticabile per le migliaia di spettatori che accorreranno in città per questo appuntamento di risonanza mondiale.

In programma in Piazza degli Scacchi venerdì 12 settembre (ore 21.00), sabato 13 settembre (ore 21.00) e domenica 14 settembre (con doppio spettacolo alle 17.00 e alle 21.00), la rievocazione, diretta dal regista Maurizio Panici, sarà raccontata con nuovi accorgimenti scenici. Nell’anteprima, infatti, al momento della cantalonga che riassume la leggenda, il Castello Inferiore si accenderà di avveniristiche proiezioni, raccontando esso stesso per immagini la storia di questa città e della Partita a scacchi. Altre significative variazioni sono state introdotte al fine di eliminare gli eccessi narrativi e donare una dimensione più teatrale allo spettacolo, come da sempre indica il libretto firmato da Mirco Vucetich nel 1954.

feste costume_marostica index 2-2Oltre all’inserimento di attori del territorio per le parti recitate e la nuova presenza della delegazione di San Zenone degli Ezzelini, arriveranno alcuni rappresentanti del Corteo storico di Orvieto, in virtù anche di un patto di amicizia fra le due città, nato in occasione della partecipazione dei figuranti della Partita a Scacchi alle celebrazioni del Corpus Domini. La suggestione più grande rimane il coinvolgimento di 600 personaggi in costume d’epoca, una imponente rappresentazione collettiva, che è la vera forza di questo spettacolo. Cura dei dettagli e attinenza storica sono infatti le caratteristiche distintive e a questo proposito tutti i figuranti sono stati richiamati a presenza scenica e rigore, con una intensificazione delle prove e il ripristino, dopo tanti anni, di una prova generale in costume a porte chiuse, prevista per giovedì 11 settembre. Regole di comportamento, trucco e parrucco sono state elencate in uno speciale vademecum, e prove di portamento e sfilata si sono tenute per tutta la settimana.

La Partita a Scacchi si rinnova anche all’“esterno” grazie ad un utilizzo più convinto dei social network. In virtù della partnership con l’internet provider vicentino Telemar Spa, il pubblico è chiamato a partecipare ad un progetto social, che prevede la condivisione su Instagram di “selfie” con personaggi della Partita e dei migliori scatti fotografici relativi allo spettacolo, per la creazione di uno speciale ebook. A sollecitare il coinvolgimento del pubblico, sono state installate al Castello Inferiore delle simpatiche figure cartonate dei principali personaggi della Partita dove “metterci la faccia” per diventare protagonisti.

Lo spettacolo sarà raccontato in tempo reale sui social network con le immagini degli organizzatori e del pubblico e continue curiosità, come la recente intervista doppia di Lionora e Oldrada o la App per travestirsi da re o regine, compaiono su Facebook.

Per la prima volta inoltre la Partita a Scacchi interviene in campo sociale affiancando una campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne condotta dall’associazione WOMEN FOR FREEDOM – DONNE PER LA LIBERTÀ - ONLUS. Amani El Nasif, la ragazza siriana residente a Bassano, autrice del libro “Siria mon amour”, vestirà i panni di una inedita “regina fucsia” (colore simbolo della lotta contro la violenza sulle donne) per uno scatto fotografico fra le Regine e le protagoniste femminili della rievocazione per dire STOP alla violenza sulle donne. Il ritratto verrà realizzato domenica, al termine dello spettacolo pomeridiano, e poi diffuso ai media. La macchina organizzativa dell’Associazione Pro Marostica, presieduta da Cinzia Battistello, con più di 200 volontari, è quindi pronta ad accogliere visitatori da ogni parte del mondo. Sono 3.600 i posti disponibili per ogni spettacolo, con fasce di prezzo diversificate per settore e replica, che vanno dai 15 euro agli 80 euro. Numerose le prenotazioni dall’estero dove la Partita si è fatta conoscere per le fortunate trasferte, portando il nome delle città di Marostica in tutto il mondo.


L’edizione 2014 della Partita a Scacchi è realizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, con il sostegno della Regione del Veneto e con il supporto di Banca Popolare di Marostica, Vimar, Pedon e Telemar, main sponsor e partner tradizionali della manifestazione. Gli altri partner dell’evento sono Etra, Pizzato Elettrica, Ericed, M.P.T., Profilpas, Polyglass, Mapei, Banca San Giorgio Quinto Valle Agno.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sessant’anni della Partita a Scacchi di Marostica

VicenzaToday è in caricamento