"L'Uomo che Piantava gli Alberi": Coenobium Vocale al Teatro Civico di Schio

"L'Uomo che Piantava gli Alberi" (immagini di archivio)

Nell’ambito delle manifestazioni promosse dal Comune di Schio relative al “Tema dell’Anno 2017” intitolato, in questa edizione, “R.R.R. Recupero, Rinnovo, Rinasco”, sabato 11 novembre alle ore 21, presso il Teatro Civico di Schio, il coro maschile Coenobium Vocale presenterà il concerto dal titolo “L’Uomo che Piantava gli Alberi”.

Il progetto artistico liberamente tratto dal romanzo di Jean Giono, struttura in forma di concerto la storia di un pastore che, con molta fatica e nessun tornaconto personale, si dedica tenacemente a piantar querce in una landa desolata. La storia potrebbe apparire come un’innocua stravaganza ed invece, dietro a questa insolita vicenda, si cela un messaggio profondo, capace di propagarsi nell’animo e nella cultura umana come le radici, i rami, le foglie e i frutti dell’albero sul terreno circostante.

La natura RINASCE senza fine, si RINNOVA continuamente, sempre diversa, eppure sempre uguale a se stessa. Ogni albero racchiude una storia, un mistero, una memoria del passato, offre ispirazione e creatività a quanti sappiano guardarlo con occhio giovane, libero e aperto. Il prodigio dell’albero si riflette nella stessa mente e nel cuore dell’uomo perché l’albero rappresenta, fin dai tempi più antichi, il simbolo e l’espressione della vita, dell’equilibrio e della saggezza.

Il progetto vuol essere un messaggio di RICONCILIAZIONE dell’uomo con Madre Natura, un messaggio di RINASCITA della foresta e della vita laddove esse erano state incoscientemente annientate. E’ la metafora della nostra vita, un quadro in perpetuo movimento che possiamo “dipingere” e rinnovare in continuazione.

La parte musicale verrà affidata alle voci e agli strumenti, e costruita su brani vocali a cappella o accompagnati da strumenti come la fisarmonica, la chitarra e il pianoforte. I brani scelti saranno originali d’autore e di derivazione popolare, in un percorso tra il moderno e il contemporaneo tramite compositori come Franz Schubert, Paolo Ugoletti, Pierangelo Valtinoni. La voce narrante dell’attore Luciano Bertoli condurrà il racconto di questa originale metafora della vita, intrecciandolo con la lettura integrale del famoso Romanzo di Jean Giono.
Il coro di Piovene Rocchette, che si avvarrà della voce del baritono Alberto Spadarotto, sarà accompagnato in questo poliedrico programma da una compagine di strumentisti di particolare valore: il fisarmonicista Mirco Maistro, il clarinettista Luigi Marasca e il giovanissimo pianista piovenese Francesco Grotto.

Il biglietto di ingresso, dal costo di 7 euro, sarà disponibile in prevendita presso il Palazzo Fogazzaro di Schio dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 nonché, per i posti rimanenti, la sera stessa del concerto presso il Teatro Civico a partire dalle ore 20.

ELENCO CONCERTI

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2020
    • piazze
  • Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi in Basilica Palladiana

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Basilica Palladiana
  • Tour guidato del centro storico di Vicenza

    • dal 19 ottobre 2019 al 6 giugno 2020
    • Piazza Matteotti
  • Prima domenica del mese: Musei gratuiti per i vicentini

    • Gratis
    • 2 maggio 2020
    • Musei
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento