Vicenza, stop ai mezzi inquinanti: dal 1 ottobre scatta il blocco

Il divieto durerà fino al 31 marzo. Fermi anche gli euro 4 diesel in caso di aumento dell'inquinamento. Assessore Zoppello: “Si tratta di misure adottate da tutti i capoluoghi su disposizione della Regione”

Dall'1 ottobre al 31 marzo, come negli altri capoluoghi del Veneto, anche a Vicenza scatta il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti nell'area centrale e in alcuni quartieri della città. Nella zona centrale e in alcuni quartieri della città, quindi, dalle 8.30 alle 18.30 da lunedì a venerdì non potranno circolare gli autoveicoli alimentati a benzina euro 0 e 1 e diesel euro 0, 1, 2, 3, i ciclomotori a due tempi euro 0 e i veicoli commerciali diesel euro 0, 1, 2 e 3 (livello verde).

AGGIORNAMENTO: ASPETTIAMO I CARTELLI

In caso di sforamento per 4 giorni consecutivi della concentrazione di 50 microgrammi di Pm10 per metro cubo d'aria, il divieto si estenderà al sabato e alla domenica e riguarderà anche gli autoveicoli diesel euro 4 (livello arancione). Infine, se i giorni consecutivi di sforamento diventeranno 10 scatterà anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 12.30 di tutti i giorni dei veicoli commerciali diesel euro 4 fino a cessato allarme comunicato da Arpav. (livello rosso)

“Si tratta - ha detto oggi l'assessore al territorio Lucio Zoppello, presentando le nuove disposizioni approvate dalla giunta – dell'attuazione obbligatoria di quanto previsto dal Piano regionale di tutela e risanamento dell'atmosfera, che discende dall'accordo preso tra Veneto, Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna”.

Il divieto sarà sospeso nel periodo natalizio, dal 17 dicembre al 7 gennaio. Sono inoltre previste numerose deroghe. “Per limitare i disagi che queste nuove disposizioni provocheranno – ha precisato l'assessore Zoppello – abbiamo previsto che i veicoli commerciali diesel euro 3 ed euro 4 possano comunque circolare fino alle 9,30 per attività di carico e scarico delle merci. Restano inoltre in vigore tutte le eccezioni valide l'anno scorso, tra cui quella prevista per portare e andare a prendere i bambini a scuola e il car-pooling”.

Nelle prossime settimane saranno installati i cartelli stradali riportanti le nuove regole. Per chi non rispetta le limitazioni alla circolazione è prevista una sanzione amministrativa da 163 euro a 658 euro e, nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni.

Dall'1 ottobre al 31 marzo scattano anche altre misure che puntano a contenere l'inquinamento atmosferico. Il riscaldamento nelle case negli esercizi commerciali non può superare i 19 gradi. E' vietato sostare con il motore acceso .In caso di presenza di impianti alternativi non si possono utilizzare sistemi di riscaldamento a biomassa legnosa (come legna da ardere, cippato o pellet) con prestazioni energetiche inferiori alle 3 stelle. Sono vietati, salvo deroghe, fuochi, barbecue e falò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
VicenzaToday è in caricamento