Domenica, 25 Luglio 2021
Economia

Vicenza, reddito pensionati: più del 60% sotto ai 1000 euro

Alle donne poco più di 665 euro. I dati arrivano dalla Cgil che sabato hanno indetto una manifestazione a Torino alla quale parteciperanno anche i pensionati berici

Saranno a Torino anche loro, sabato, con i vessilli dello Spi e la determinazione di chi chiede provvedimenti incisivi per una vita più dignitosa. I pensionati di Vicenza parteciperanno alla manifestazione organizzata dalla Cgil per ottenere delle risposte concrete perché quello di cui sta parlando il Governo in questi giorni è considerato insoddisfacente dal sindacato guidato da Susanna Camusso.

Secondo i dati elaborati dallo Spi Cgil del Veneto e diffusi durante il convegno“E domani… quali pensioni?” - organizzato a Venezia dallo Spi del Veneto alla presenza, fra gli altri, dell'onorevole Cesare Damiano e del segretario generale dello Spi, Ivan Pedretti, e svoltosi di fronte a oltre 500 persone -, nel Vicentino il 66% degli assegni pensionistici è inferiore ai mille euro lordi al mese, che al netto superano di poco gli 800 euro.

In provincia di Vicenza su 253.527 pensioni “private” (esclusi quindi i dipendenti pubblici che una volta ricevevano la pensione dall'Inpdap) erogate nel 2016, il 55,8% è inferiore ai 750 euro lordi e un altro 10,2% è compreso fra i 750 e i 1000 euro lordi mensili.

I pensionati, dunque, faticano ad arrivare a fine mese eppure cercano lo stesso di dare una mano ai propri figli e nipoti, con sacrifici enormi. Un compito non facile, considerando che in provincia di Vicenza l'assegno previdenziale medio è di 910,10 euro lordi, superiore comunque alla media veneta che è invece di 904,64 euro.

In particolare – commenta Igino Canale segretario generale SPI Cgil Vicenza - Se poi si guarda alle sole pensionate, beh, la situazione appare a dir poco drammatica”. Alle anziane vicentine, infatti, arrivano pensioni di poco superiori ai 665 euro mensilicontro i circa 1.233 euro dei “colleghi” maschi. Un gap enorme che rende le “nonne” ancora più vulnerabili e indifese”.

Queste le rivendicazioni del sindacato: blocco dell'innalzamento illimitato dei requisiti per andare in pensione, garanzia di un lavoro più dignitoso e di un futuro previdenziale ai giovani, riconoscimento del lavoro di cura, maggiore libertà di scelta su quando andare in pensione, valorizzazione della previdenza integrativa, rivalutazione delle pensioni, più sviluppo e occupazione.

LE PENSIONI A VICENZA IN CIFRE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, reddito pensionati: più del 60% sotto ai 1000 euro

VicenzaToday è in caricamento