Vicenza, riqualificazione della ex scuola di Laghetto: bando da 590 mila euro

La scuola è chiusa da circa tre anni, da quando le lezioni si svolgono all’ex scuola Ghirotti, appositamente sistemata e che ospita anche le medie

L’intervento alla ex scuola elementare di Laghetto - presentato oggi dall’assessore alla cura urbana e dall’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana - che verrà eseguito dalla ditta Secis di Venezia in 110 giorni per una spesa complessiva di 590 mila euro, finanziati con il Bando periferie, prevede l’unione degli spazi esistenti con la demolizione di pareti per realizzare sale polifunzionali.

Verranno riadattati i servizi igienici, presenti in ogni piano, ma ridotti di dimensioni rispetto ai precedenti che dovevano essere più grandi perché a servizio degli alunni.

Sono previsti interventi di insonorizzazione per attività musicali e teatrali, saranno migliorati i percorsi di accessibilità, garantita l’efficienza energetica con la rimessa in funzione dei pannelli solari e la predisposizione del cappotto termico e la sostituzione degli infissi.

Il progetto è finanziato nell’ambito del Bando periferie che consentirà di restituire alla città non solo dal punto di vista estetico e strutturale ma anche dal punto di vista sociale aree da tempo dismesse e spesso degradate.

Tra i progetti principali ci sono la  riqualificazione del parco dell’ex colonia Bedin Aldigheri, di viale Dalmazia a Campo Marzo, della ex Centrale del Latte e dell’ex area produttiva Zambon. E poi il parco della Pace, il restauro delle ex serre a parco Querini, la bonifica e la riqualificazione delle aree ex acciaierie Valbruna e Beltrame.

Il progetto di riqualificazione dell’ex scuola elementare di Laghetto è stato studiato dopo aver ascoltato le esigenze degli abitanti del quartiere emerse durante gli incontri effettuati con le realtà del territorio: LAGOrà, Comitato genitori delle scuole elementari e medie di Laghetto, Circolo Noi Laghetto e Polegge, Arcobaleno Aics, Gruppo scout Agesci Vicenza 14 Laghetto e Vicenza 11 San Bortolo.

La costruzione dell’edificio è iniziata nel 1966 all’interno delle opere di urbanizzazione del quartiere di Laghetto nell’ambito della zona P.E.E.P. e venne completata nei cinque anni successivi.

Più tardi è stato realizzato l’ascensore e successivamente sono state eseguite opere di manutenzione ordinaria. Inoltre al secondo piano è stata ricavata un’aula dall’ampio spazio di ritrovo esistente.

La struttura si presenta come un edificio composto da un unico corpo di tre piani fuori terra  in stile razionalista e si inserisce in un lotto a forma regolare a nord (ingresso); la porzione a ovest dell’area esterna è asfaltata; l’area a sud e a est è a prato e ghiaino con una serie di alberi.

Il progetto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Investito in bici dal rimorchio di un camion: gravissimo 14enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento