rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Economia Arzignano

Usura: sequestrati 1 milione e 700mila euro all'usuraio complice di Ghiotto

Le fiamme gialle hanno sfruttato la novità legislativa che permette il sequestro preventivo dei beni dell'indagato, qualora sussista incongruenza tra dichiarazione dei redditi e patrimonio

Case, autorimesse e terreni per un valore di 1,7 milioni di euro, tra Vicenza, Verona, Venezia e Brescia, sono stati posti sotto sequestro preventivo dalla guardia di finanza di Arzignano e del Nucleo di polizia tributaria di Vicenza. Il provvedimento e' legato a una inchiesta per usura ed estorsione a carico di Paolo Ortolan, sulla base di una sproporzione rilevata tra i redditi dichiarati e le proprieta' possedute. L'uomo era stato arrestato, nel 2013, con Andrea Ghiotto per questi due reati e per  "sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, false dichiarazioni all'autorità giudiziaria, ricettazione e commercio di opere d'arte e di orologi contraffatti".

L’attività ha permesso di proporre all’Autorità Giudiziaria l’applicazione del sequestro preventivo di beni riconducibili direttamente e indirettamente al citato imputato, residente in provincia di Verona, finalizzato alla confisca cosiddetta “per sproporzione”.

La normativa, applicata per la prima volta a Vicenza, si basa sull’esecuzione di accertamenti patrimoniali riferiti al tenore di vita, nonché alle disponibilità finanziarie e patrimoniali di persone che, sottoposte ad indagini per reati di rilevante disvalore sociale, manifestano un’evidente sproporzione tra i beni o altre utilità possedute – delle quali non è possibile giustificare la provenienza ovvero di cui si abbia la titolarità, anche per interposta persona – ed il proprio reddito ovvero la propria attività economica.


L’accertamento patrimoniale deriva dalle indagini di polizia giudiziaria condotte dai finanzieri di Arzignano e del Nucleo di Polizia Tributaria di Vicenza, negli anni 2012 e 2013, per reati di estorsione ed usura connessi all’erogazione di prestiti con tassi fino ad oltre il 230%, nel cui ambito sono state eseguite numerose perquisizioni ed applicate due ordinanze di custodia cautelare in carcere: una nei confronti del suddetto P.O., l’altra nei confronti di Andrea Ghiotto, noto per rilevanti frodi fiscali e diffusi fenomeni di corruzione nonché, ultimamente, destinatario della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura: sequestrati 1 milione e 700mila euro all'usuraio complice di Ghiotto

VicenzaToday è in caricamento