UniCredit e CDP finanziano Zamperla, storico marchio dei parchi divertimento

Zamperla, azienda italiana storica fondata nel 1966 ed oggi uno dei principali player mondiali nel mercato delle attrazioni per i parchi di divertimento ha concluso un contratto di finanziamento di complessivi 12 milioni di euro, e durata 7 anni, con Cassa Depositi e Prestiti e UniCredit

Un importante contratto di finanziamento per 12 milioni di euro e della durata di 7 anni è stato concluso da Zamperla, azienda italiana storica fondata nel 1966 ed oggi uno dei principali player mondiali nel mercato delle attrazioni per i parchi di divertimento, Cassa Depositi e Prestiti e UniCredit

Le disponibilità rivenienti dal finanziamento andranno a supportare il piano di investimenti 2019-2022 dell’azienda vicentina. Elemento centrale di tale piano di sviluppo è il parco divertimenti Luna Farm, inaugurato a fine 2019 all’interno del parco alimentare FICO a Bologna. La struttura, con una superficie complessiva di circa 6.500 mq e una forza lavoro di circa 70 dipendenti, all’interno del più grande parco divertimenti del mondo a tema “cibo” offre 15 attrazioni e numerose scenografie ed animazioni per tutte le età. Nel parco si possono trovare una serie di soluzioni tecniche ed architettoniche per l'accessibilità al parco e alle sue attrazioni anche da parte di persone con esigenze speciali.

Il Gruppo Zamperla conta complessivamente circa 450 dipendenti e 4 stabilimenti produttivi in Italia ed all’estero, nel 2019 ha realizzato un fatturato di oltre 100 milioni di euro, esportando quasi la totalità dei prodotti e servizi in particolare nei mercati asiatici ed americani, dove è particolarmente attivo avendo contribuito alla rinascita di uno dei parchi più famosi al mondo, quello di Coney Island (NY), una vera e propria vetrina in cui Zamperla ha la possibilità di installare e provare tutti i suoi nuovi prodotti.

Alberto Zamperla, Presidente di Zamperla dichiara: “Crediamo da sempre nell'innovazione quale fattore di sviluppo e di crescita in un contesto internazionale sempre più competitivo, ma crediamo molto anche nella capacità, tipicamente italiana, di rispettare la cultura e le tradizioni dei nostri clienti adattando i nostri prodotti agli usi e costumi locali. Flessibilità, adattabilità, inventiva sono  fondamentali per poter collaborare con i clienti più diversi, dagli USA alla Cina, dagli Emirati Arabi alla Russia, capendo ed interpretando correttamente le aspettative ed esigenze più disparate. È non senza una punta di orgoglio che possiamo oggi dire che non esiste un parco divertimenti al mondo in cui non ci sia almeno una giostra Zamperla. Ringrazio inoltre del supporto sia UniCredit che CDP per aver condiviso il progetto di sviluppo del nostro gruppo al fine di portare il Made in Italy nel mondo.”

Luisella Altare, Regionale Manager Nord Est di UniCredit sottolinea: “Questa operazione di supporto a un’eccellenza del Made in Italy come la Zamperla assume ancora maggior significato in un momento come questo, in cui le imprese del nostro Territorio dovranno fare appello a tutte le risorse a loro disposizione per intraprendere nuovi percorsi di crescita”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’intervento di CDP – dichiara Nunzio Tartaglia, Responsabile della Divisione CDP Imprese – rappresenta un contributo concreto all’innovazione da parte delle nostre aziende, in questo caso attraverso un progetto imprenditoriale orientato a sostenere uno sviluppo sostenibile attraverso la creazione di posti di lavoro, e che valorizza il made in Italy dentro e fuori dai confini nazionali.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro, fatale caduta mentre sta operando su un macchinario: muore 59enne

  • Perde il controllo della moto e si schianta: muore 42enne

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Malore improvviso: muore automobilista

  • Moto fuori strada: morto un 38enne, ferita una 22enne

  • Coronavirus, altri nuovi casi: positive due sorelline di 3 e 6 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento