Turismo, numeri in costante crescita: "impennata del 700% rispetto a 10 anni fa"

Pozzer: "Un volano importante è stato il quinquennio 2014-2019, con le celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra che hanno reso la Strada delle 52 Gallerie, l'Ossario ed il massiccio del Pasubio note a livello nazionale e non solo"

Non si ferma la costante crescita dei numeri relativi al turismo nel comune di Valli del Pasubio. “Secondo i recenti dati forniti dalla regione Veneto nel 2019 sono stati 5135 i turisti che hanno visitato il nostro comune, con un totale di 13864 notti trascorse nelle strutture ricettive – spiega l'assessore al Turismo Federico Pozzer – numeri che rispetto a 10 anni fa hanno avuto un'impennata di più del 700%”.

Sono dati impressionanti quelli che provengono dalla banca dati della regione Veneto. Se infatti nel 2009 il comune di Valli del Pasubio vedeva 1822 arrivi (cioè turisti singoli) e un pari numero di presenze (cioè di notti trascorse), nel 2019 i numeri segnano 5890 arrivi (+223% su base decennale) e 13864 presenze (+709% in 10 anni), con più del 10% rappresentato da stranieri.

“Sono dati coerenti con l'enorme impegno profuso dalle amministrazioni di Valli negli ultimi 10 anni per la promozione del territorio – prosegue Pozzer – un volano importante è stato il quinquennio 2014-2019, con le celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra che hanno reso la Strada delle 52 Gallerie, l'Ossario ed il massiccio del Pasubio note a livello nazionale e non solo. Dieci anni in cui si è investito tantissimo sulla montagna, a partire dal progetto Va.Po.Re, passando per i fondi comuni confinanti, che hanno liberato risorse importanti coi quali si è sistemata la viabilità di montagna, creato infrastrutture sia per i cittadini che per i turisti, come il ponte Avis o la recente piattaforma sulla cascata di Brazzavalle, meglio nota come 'cubo di vetro'. Abbiamo inoltre aderito all'Ogd Pedemontana Veneta e Colli, che ben sta lavorando per una promozione intelligente del territorio”.

L'obiettivo per il prossimo periodo è aumentare l'offerta di servizi al turista. “Stiamo lavorando per mappare percorsi di bassa quota fra i quartieri, creare materiale cartaceo e digitale per informare i nostri visitatori sulle bellezze del territorio, spingendo sui social e sui siti www.visitvallidelpasubio.com e https://www.pasubio.info/  – spiega Pozzer – oltre che con i nostri cittadini per spronarli a investire, mettendo a disposizione camere e posti letto. Basti pensare che, in base al numero di posti letto attualmente disponibili, chiunque avesse messo a disposizione un letto nel 2019 avrebbe avuto di media un ritorno superiore ai 2mila euro, ipotizzando una tariffa a notte veramente onesta. Un indotto straordinario per un territorio che si sta riconvertendo, che deve capire e cogliere l'enorme potenzialità derivante dal turismo”.

A tal proposito, giovedì 20 alle 15 si terrà in comune a Valli un incontro col GAL montagna vicentina, di cui il sindaco Carlo Bettanin è divenuto recentemente vice-presidente, per informare su un nuovo bando che va a finanziare proprio questo tipo di attività: b&b, affittacamere, noleggi e-bike, ecc.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La sfida per i prossimi anni è proseguire questa crescita, aumentando la sinergia con i tanti gestori di strutture ricettive del territorio – conclude Pozzer – a tal proposito, la stella polare è il modello Trentino, tanto vicino ma tanto difficile da emulare. A fine agosto partiranno poi i lavori della commissione turismo, che avrà il compito di elaborare strategie moderne ed accattivanti per accogliere sempre meglio chi voglia trascorrere una vacanza da noi. Per il 2021-22 inoltre contiamo di portare a termine la pista ciclabile Schio-Valli, oltre alla realizzazione di una nuova struttura di informazione turistica al Balasso e un laghetto sul Leogra sotto Ponte San Giovanni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: ecco come si vota

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento