Economia

Trasporto pubblico, autoferrotramvieri in sciopero per il mancato rinnovo del Ccnl

Confermato anche a Vicenza lo stop di 24 ore nella giornata di venerdì 26 marzo

"La dedizione al lavoro degli autoferrotranvieri-internavigatori non deve essere usata e strumentalizzata dai rappresentanti delle aziende del Trasporto pubblico locale per aumentare gli utili di bilancio". Con queste parole le segreterie nazionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl Fna annunciano la decisione di indire uno sciopero di 24 ore in programma per domani, venerdì 26 marzo. Inevitabili saranno i disagi per l’utenza.

Decisione che è arrivata in seguito alla riunione di aggiornamento, richiesta dalle rappresentanze aziendali, in merito alla chiusura del triennio pregresso e all’effettiva apertura del rinnovo del Ccnl di categoria.

Le associazioni delle aziende hanno "nuovamente rappresentato la loro sterile ed offensiva proposta" spiegano in una nota i sidacati. "Alle rappresentanze aziendali  - continuano - consiglieremmo comportamenti meno provocatori ed offensivi che favoriscano la contrattazione, analogamente ai settori ferroviario, marittimo, portuale, metalmeccanico etc. per riconoscere agli autoferrotranvieri-Internavigatori quanto oggi viene a loro negato: il diritto al rinnovo del loro contratto nazionale di lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, autoferrotramvieri in sciopero per il mancato rinnovo del Ccnl

VicenzaToday è in caricamento