Economia

Unichimica, «L'iter per la bonifica viaggia spedito»

Il presidente della società fa sapere che lo stop alla procedura giunto da palazzo Nievo costituisce una mera incombenza formale: il 23 maggio gli enti potrebbero dare l'ok definitivo

L'ingresso della società di stoccaggio industriale Unichimica a Torri di Quartesolo nel Vicentino (repertorio Today.it, foto Marco Milioni)

«Lo stop al piano di bonifica? Si tratta di un passaggio solo formale dovuto al fatto che la Provincia ha chiesto alcuni chiarimenti che per il tramite dei nostri consulenti abbiamo già provveduto a consegnare a chi di dovere. In realtà l'iter per la stessa bonifica procede celermente e viaggia spedito». A parlare in questi termini è Alberto Filippi, presidente di Unichimica. Ieri 13 maggio Vicenzatoday.it aveva dato conto del diniego opposto dal Comune di Torri di Quartesolo al progetto di risanamento avanzato appunto da Unichimica «con la consulenza di Sirai, una delle società italiane più in vista nella pianificazione del risanamento ecologico».

In questo senso Filippi aggiunge un'altra considerazione. «Onestamente comprendo la richiesta di ulteriori precisazioni avanzata da palazzo Nievo. Si tratta di puntualizzazioni relative al peso finanziario della bonifica, che ammonta a 2,5 milioni di euro, nonché al processo di bonifica stesso. Noi infatti abbiamo immediatamente provveduto. Ora gli enti dovranno esprimersi entro il 23 maggio e io sono fiducioso» perché in quella data, a meno che non siano richiesti altri approfondimenti, potrebbe arrivare anche «l'ok definitivo». Secondo il presidente c'è un altro fattore da considerare. «La nostra ditta - rimarca ai taccuini di Vcienzatoday.it - è già stata messa in sicurezza. Ossia l'inquinamento storico non esce più dalla fabbrica».

Appresso Filippi aggiunge un ulteriore tassello: «Adesso procederemo appunto con la bonifica dei terreni sottostanti che durerà cinque anni al massimo anche se sono ben fiducioso di concludere prima. Parallelamente la ditta si sta trasformando profondamente. Stiamo rivedendo tutti i processi di stoccaggio. Tutto sarà robotizzato e computerizzato. Diventeremo un polo d'eccellenza tanto che quando la trasformazione sarà stata completata abbiamo già in previsione un open day in cui con le porte aperte chiunque potrà constatare i progressi raggiunti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unichimica, «L'iter per la bonifica viaggia spedito»

VicenzaToday è in caricamento