Economia Trissino

Pfas, a breve un protocollo d'intesa per la bonifica dei terreni di Miteni

Nell'incontro di Venezia è stato deciso che il documento sarà firmato da Regione, Provincia e Comune di Trissino

Dopo i poco rassicuranti risultati delle indagini dei carabinieri dei Noe, la Regione sembra intenzionata ad accelerare sulla questione dei terreni inquinati dai Pfas. L'incontro di giovedì mattina a Venezia con i rappresentanti della Provincia di Vicenza e del Comune di Trissino ha portato alla decisione di sottoscrivere a breve un protocollo d’intesa, da estendere eventualmente anche allo Stato, per il coordinamento della bonifica dei terreni dell’azienda Miteni

Il protocollo servirà come piattaforma di riferimento per assicurare il massimo supporto al comune di Trissino a cui spetta la competenza per la bonifica.

La Regione ha sottolineato che il documento fatto pervenire dai carabinieri del Noe contiene elementi conoscitivi sull’inquinamento dei suoli che non erano mai stati resi noti dalla proprietà aziendale e di rilevante gravità. Nel rapporto dei carabinieri si sottolinea l'importanza del piano di carotaggi affidato all’ARPAV, che, una volta portato a termine, servirà a programmare con precisione gli interventi di bonifica necessari e fare chiarezza anche sulle responsabilità del danno.

Proseguirà comunque anche l’attività dell’ARPAV nella rilevazione dell’inquinamento dell’acqua e dell’aria. 

Il direttore generale di ARPAV ha sottolineato come il laboratorio dell’agenzia ambientale veneta sia il più attrezzato d’Europa per quanto riguarda i Pfas. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pfas, a breve un protocollo d'intesa per la bonifica dei terreni di Miteni

VicenzaToday è in caricamento