rotate-mobile
Economia Santorso

Ospedale di Santorso, 10 primari in meno: “È una stampella del San Bassiano”

Dopo l'annunciata vendita delle quote dell'ospedale Alto Vicentino a un fondo britannico, sulla struttura pesa anche il pensionamento di molti dirigenti

“Un project financing in difficoltà e un ospedale dal futuro incerto”. Così la consigliera regionale Cristina Guarda della lista “Alessandra Moretti Presidente” ha sintetizzato l'acquisizione del 70% delle azioni di “Summano Sanità Spa”, appartenenti al colosso delle costruzioni Mantovani, da parte di Equitix, un fondo di investimento inglese.

E se per Martino Finozzi, della Lega Nord l'operazione, come riferisce venerdì all'Ansa “EquitixItalia 3 Srl ha scelto l’ospedale di Santorso perché scommette su una struttura avanzata, in un territorio d’avanguardia”, di parere diverso è Guarda, che giovedì ha presentato un'interrogazione in consiglio: “La vendita fa intendere come questo ospedale sia un business che fa gola e non va a vantaggio della popolazione perché la rata pesa tanto sulle tasse”.

Secondo la consigliera l'interesse primario della politica è però tutto incentrata sul San Bassiano, l'ospedale della città del Grappa voluto fortemente dai consiglieri regionali del bassanese. “A Santorso la mancanza di organizzazione è palpabile – continua Guarda – e i dipendenti sono molto preoccupati della situazione, a cominciare dall'imminente pensionamento di 10 primariati che con tutta probabilità verranno trasferiti a Bassano". 

Non si conosce ancora la sorte dei primariati di cardiologia, chirurgia, dialisi, SerD, psichiatria, oculistica, ortopedia, urologia, direzione medica e oculistica. L'opinione più diffusa è che non ci sarà nessuna sostituzione ma il trasferimento al nosocomio di Bassano, opinione rafforzata dall'operazione di accorpamento dell'ospedale Alto Vicentino nell'Ulss 7 pedemontana. “L'ospedale di Santorso è stato creato con una precisa volontà di dare un servizio per servire un intera area – conclude Guarda – ma ora non si sa come verrà gestito in futuro e quali conseguenze potrà avere l'ingresso di un fondo straniero”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Santorso, 10 primari in meno: “È una stampella del San Bassiano”

VicenzaToday è in caricamento