rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Economia Altavilla Vicentina

Lavorare meno e meglio aumenta la produttività

Al CUOA ospiti internazionali per parlare del pensiero snello. La business school, nell’anno della celebrazione del 60° anniversario, persegue la sua mission nel creare una Lean society e ospita tre grandi esperti mondiali del settore - Nick Katko, Michael Ballè  e Ritsuo Shingo

Il passaggio alla filosofia Lean è oneroso in termini di tempo ed energie da investire e può spaventare le imprese caratterizzate da procedure sedimentate e standardizzate. Da più di dieci anni impegnata nella diffusione e affermazione della “cultura del pensiero snello”, CUOA risponde concretamente a tutti coloro che desiderano confrontarsi su una nuova modalità di "fare impresa" che massimizza i risultati, eliminando ciò che non serve, implementando i profitti, rafforzando la competitività e accrescendo la soddisfazione del cliente. Nei prossimi mesi, la business school organizzerà una serie incontri, teorici e pratici, sul tema Lean, che vedranno susseguirsi protagonisti di fama nazionale e internazionale.

“Molte aziende ormai mettono in atto la Lean Transformation, il problema è sostenere il cambiamento nel tempo - afferma Andrea Furlan, Referente Scientifico del Lean Center CUOA-. Questa è la vera sfida e poche aziende riescono a vincerla. Prima o dopo si riducono gli sforzi, le persone perdono la motivazione, i manager mettono in dubbio la bontà del sistema. E la trasformazione si ferma o, peggio, regredisce. Tra lavorare di più (work harder) e lavorare meglio (work smarter) si opta invariabilmente per la prima opzione. L’attività di miglioramento è percepita come una perdita di tempo che l’azienda non può permettersi. È quella che chiamo la trappola del miglioramento. Si inizia la trasformazione, ma si coltivano anche i germi del suo fallimento, che sono insiti nelle credenze dei managers e degli operatori. Dobbiamo imparare ad uscire da questa trappola”.

Il primo Keynote speaker di eccellenza sarà Nick Katko, con quindici anni di esperienza nell’ambito Lean Account e autore del libro “Lean CFO”, che parteciperà alla conferenza, in programma il prossimo 6 giugno al CUOA e realizzata in collaborazione con la società di consulenza Auxiell-lean processes. Sarà l’occasione di affrontare il tema del Lean Accounting, che permette all'azienda impegnata nel percorso di trasformazione in chiave Lean, di sviluppare processi amministrativi, finanziari e contabili in grado di supportare efficacemente i miglioramenti realizzati in produzione.

Il prossimo 6 e 7 luglio sarà invece la volta di Michael Ballè, esperto internazionale di Lean Transformation & Lean Leadership.  Il suo intervento si svilupperà in due giornate: la prima servirà ai partecipanti per comprendere l’efficacia della Lean Strategy, un nuovo modo di pensare e prendere decisioni in azienda, formulando obiettivi e piani strategici partendo dai reali problemi aziendali; nella seconda Ballé affronterà il team della Lean Leadership e spiegherà i vantaggi legati all’adozione di una nuova forma di leadership, che sviluppa più leaders a tutti i livelli e non followers, riconoscendo le potenzialità delle persone.

Il 27 settembre sarà la volta di Ritsuo Shingo, l’"ingegnere genio" che ha contribuito a creare e sviluppare pratiche rivoluzionarie come il rinomato Toyota Production System, che parteciperà all’annuale Lean Day. Shingo è in assoluto uno dei massimi esperti mondiali nel miglioramento dei processi produttivi, ora Presidente dell’ Institute of Management Improvement e prima a capo della Sichuan Toyota e GAC Hino Motors, e racconterà le origini del pensiero snello.

“Al centro dei processi di Lean Transformation ci sono le persone – spiega Giuseppe Caldiera, Direttore Generale di CUOA Business School –. È fondamentale che il management riesca a creare un ambiente di lavoro in cui i dipendenti si sentano coinvolti, partecipando alle decisioni, e siano motivati con un processo di crescita delle competenze e un orientamento al miglioramento continuo. Il Lean Enterprise Center di CUOA Business School è oggi un punto di riferimento riconosciuto a livello nazionale per le sue attività di formazione, informazione e sensibilizzazione sui temi del Lean Thinking. Siamo particolarmente fieri, nell’anno della celebrazione del nostro 60° anniversario di attività, di poter portare al CUOA ospiti internazionali esperti di Lean, continuando nella nostra azione di diffusione di questa filosofia, attualizzandola e rendendola coerente con i modelli di business delle nostre imprese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavorare meno e meglio aumenta la produttività

VicenzaToday è in caricamento